Le 5 migliori canzoni rock da usare come sveglia

Sei una di quelle persone che al mattino hanno difficoltà a svegliarsi? Ti giri e ti rigiri nel letto nella speranza di trovare la forza per alzarti? Perfetto, allora abbiamo la soluzione giusta per te: le 5 migliori canzoni rock da usare come sveglia.

Paranoid – Black Sabbath

Pubblicato il 17 settembre del 1970, Paranoid è uno dei brani più iconici dei Black Sabbath. Chi poteva mai aspettarsi che una canzone la cui lunghezza non è neanche 3 minuti potesse contribuire a cambiare la storia di un genere? In quei due minuti e cinquanta secondi la band britannica riesce a inserire tutto il meglio della propria qualità sonora, contenutistica e musicale. Con questo brano andate sul sicuro, svegliarsi non sarà più un problema.

Alabama Song – The Doors

Alabama Song, conosciuta anche con i nomi di Whisky BarMoon over Alabama o Moon of Alabama, è stata pubblicata inizialmente dal poeta e drammaturgo Bertol Brecht, nella raccolta di poesie Hauspostille. Della poesia sono state realizzate due cover storiche, quella dei Doors e quella di David Bowie. La reinterpretazione dei Doors è avvenuta nel 1967, ed è stata inserita all’interno del primo album in studio della band, quella di Bowie nel 1980. Insomma, chi non vorrebbe essere svegliato dalla fantastica voce di Jim Morrison?

American Idiot – Green Day

Se siete tra quelle persone che hanno difficoltà ad alzarsi dal letto e non fate altro che posporre la sveglia, allora ciò di cui avete bisogno è una buona dose di Green Day. In particolar modo, come sveglia, potreste usare la storica e vivace “American Idiot”. Il brano,  pubblicato il 14 settembre 2004 ed estratto dall’album omonimo, vi darà la carica giusta e vi farà affrontare la giornata al meglio.

Thunderstruck – AC/DC

In questa speciale classifica delle canzoni rock da usare come sveglia non poteva certo mancare un brano dei mitici AC/DC. E, per l’occasione, abbiamo pensato ad un singolo ad hoc: Thunderstruck. La canzone, pubblicata il 10 settembre del 1990 ed estratta dal dodicesimo album in studio The Razors Edge, è stata composta dai fratelli Angus e Malcom Young. Grazie alla sua esplosività, a quell’ossessiva ripetizione di “thunder” e all’intensissimo riff iniziale, vi assicuriamo che balzerete fuori dal letto in un attimo!

Scar Tissue – Red Hot Chili Peppers

E, dulcis in fundo, abbiamo pensato ad ultimo brano da aggiungere a questa speciale classifica. Se siete una di quelle persone che amano svegliarsi con calma, allora abbiamo ciò che fa al caso vostro: Scar Tissue dei Red Hot Chilli Peppers. Il brano, estratto dal settimo album in studio Californication, rappresentò all’epoca una vera e propria svolta sonora da parte della band statunitense. Si tratta, infatti, di una ballad melodica, piena zeppa di riff e assoli orecchiabili.

Share

Simone Esposito: studente e amante della musica in tutte le sue sfumature. Articolista esperto e aspirante critico musicale. Appassionato di cinema, letteratura e arte (in tutte le sue forme). (es.simone@libero.it)