gtag('config', 'UA-102787715-1');

Le 5 storie più pazze su Keith Richards

Quali sono le 5 storie più pazze su Keith Richards, il folle chitarrista dei Rolling Stones? Ce ne sarebbero da dire, eccome se potremmo dirne molte. Ci limitiamo a 5. Durante la sua vita, il chitarrista dei Rolling Stones ha fatto cose strane e ha vissuto esperienze davvero uniche. Come quella volta che venne arrestato per possesso di eroina in una stanza d’albergo di Toronto nel 1977). O quando fu cacciato dai boy scout durante la sua adolescenza, espulso per il suo cattivo comportamento. Egli infatti portava casse di whisky a vari eventi fino a scatenare una rissa con altri scout. Si ruppe pure un un osso della mano durante un combattimento quando aveva litigato con gli altri ragazzi.

Cadde da un albero e si ferì gravemente

Nel 2006, dopo aver fatto una nuotata con il compagno di band Ronnie Wood al largo di un’isola privata nelle Isole Figi, Keith si arrampicò su un albero e ci rimase un po’. Quando saltò giù, sbatté la testa per terra e fu una caduta piuttosto rovinosa. Non aveva più 20 anni, doveva stare attento alla sua salute. Giorni dopo, ebbe un fortissimo mal di testa e ebbe addirittura due episodi gravi di convulsioni. Il rocker doveva essere portato in aereo in Nuova Zelanda e doveva farsi 4 ore di viaggio. Manco a dirlo lo fece subito, arrivò in Nuova Zelanda dove un neurochirurgo lo operò per riparare un coagulo di sangue nel cervello. Richards tornò sul palco a suonare come se nulla fosse sei settimane dopo.

Rifiutò di salire sul palco fino a quando ricevette una torta

Durante lo Steel Wheels Tour del 1989 della sua band, Keith sentì che c’era un forte odore di torta nel camerino e gli era venuta una certa fame. Tuttavia, non era arrivato abbastanza presto e tutti altri avevano preso un po’ di cibo e lui era rimasto a bocca asciutta. Sconvolto, si rifiutò di salire sul palco fino a quando non gli venne preparata una torta appositamente per lui. Richards disse che era veramente contrariato di questa mancanza e quando gli venne finalmente portata questa benedetta torta, non permise a nessuno di avvicinarsi.

Ha quasi incendiato la casa di Hugh Hefner

Questa ha davvero dell’incredibile. I Rolling Stones dovevano suonare a Chicago nel 1972 e Keith Richards venne invitato nella favolosa casa di Hugh Hefner, il creatore della rivista Playboy. Mentre era lì, il chitarrista dei Rolling Stones andò in bagno e si fece di eroina e cocaina. In qualche modo mai scoperto diede fuoco a una parte della casa. La dimora si riempì di fumo e poco dopo arrivarono uomini su uomini che portavano secchi d’acqua per spegnere le fiamme divampate a causa di Keith Richards. Per fortuna, non ci furono morti o feriti.

Sniffò le ceneri di suo padre

Richards perse suo padre nel 2002 e trovò un modo interessante per affrontare la sua morte. Come? Se lo sniffò. Nel 2007, Richards ha confessato che dopo che suo padre venne cremato, prese alcune delle ceneri, le mescolò con la cocaina e sniffò la miscela. Ha detto: “A mio padre non sarebbe importato, non gliene fregava niente”. Questi erano le 5 storie più pazze su Keith Richards.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.