gtag('config', 'UA-102787715-1');

Le band metal più sottovalutate di sempre

Nel corso della storia del rock e del metal si sono distinti tantissimi artisti che, grazie al loro talento e ad un impatto comunicativo essenziale, sono riusciti ad ottenere un grande successo. Eppure, allo stesso tempo, non è stato così per tutti: in molte occasioni, per quanto una band o un artista fosse effettivamente talentuoso, non ha ottenuto tutto il successo che meritava, essendo stato destinato ad un oblio artistico e musicale che non ha reso merito al valore. Vogliamo parlarvi di quelle band metal che sono state particolarmente sottovalutate nella storia della musica, e che non hanno ottenuto tutto il successo di cui avrebbero potuto giovare in altre condizioni.

Razor

La prima tra le formazioni metal sottovalutate nel corso della storia e che vi vogliamo citare è quella dei Razor; si tratta di un gruppo speed thrash metal canadese nato nel 1982 a Guelph, Ontario e che, nonostante gli otto album in studio pubblicati – tutti di buonissimo livello – non è mai riuscito ad ottenere una fama che facesse pensare al grande successo. La band ha trovato due volte lo scioglimento, nel 1992 prima, nel 1997 poi, per poi ritornare a suonare a partire dal 2005 e, per chi volesse scoprirla attraverso i propri lavoro, oggi è ancora in attività. Di seguito è indicata la sua discografia:

1985 – Executioner’s Song
1985 – Evil Invaders
1986 – Malicious Intent
1987 – Custom Killing
1988 – Violent Restitution
1990 – Shotgun Justice
1991 – Open Hostility
1997 – Decibels

Helstar

Per quanto abbiano avuto un impatto artistico certamente più considerevole rispetto ai precedenti, gli Helstar non hanno ottenuto tutto il successo che meritavano. La band heavy metal statunitense formatasi a Houston, in Texas, nel 1982, ha iniziato a lavorare per la stessa etichetta che promuoveva anche i lavori di due band ben pià celebri: Megadeth e Exodus. La storia della band è stata caratterizzata da un approccio, da parte della critica, mai decisivo: in un primo momento bollata negativamente, la formazione ha goduto di una rivalutazione progressiva, soprattutto per alcuni dei più significativi prodotti. Anche in questo caso è necessario citare la discografia per offrire un quadro completo della band: 

1984 – Burning Star
1986 – Remnants of War
1988 – A Distant Thunder
1989 – Nosferatu
1995 – Multiples of Black
2008 – The King of Hell
2010 – Glory of Chaos
2014 – This Wicked Nest
2016 – Vampiro

Laaz Rockit

Il 1982 ci offre il destro per parlare dell’ultima tra le band più sottovalutate nella storia del metal, i Laaz Rockit. Il gruppo thrash metal si è formato a Berkeley nel 1982, e deve il suo nome al film Cielo di piombo, ispettore Callaghan. L’ambiente e il contesto sociale e artistico in cui la band è nata ha favorito particolarmente la sua crescita ma, allo stesso tempo, ha abbattuto la sua fama: la zona della baia di San Francisco, come ben sappiamo, ha promosso altre realtà come Metallica, Testament e Exodus. Eppure, i Laaz Rockit vanno assolutamente recuperati, per chi ama il metal e la musica in generale. Segue la loro discografia:

1984 – City’s Gonna Burn
1985 – No Stranger to Danger
1987 – Know Your Enemy
1989 – Annihilation Principle
1991 – Nothing’$ $acred
2008 – Left For Dead

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.