gtag('config', 'UA-102787715-1');

Le canzoni blues più energiche di sempre

Oggi vogliamo approfondire uno dei generi musicali più interessanti del pianeta, un genere che continua ancora oggi ad affascinare migliaia e migliaia di persone: il blues. Nato sotto un segno a dir poco malinconico, sia dal punto di vista della melodia che a livello di testi (delusioni amorose, fame, sofferenza, passione, lontananza dalla terra d’origine etc etc), il blues ha portato alla nascita di una moltitudine di altri generi che, fino ad allora, erano rimasti nell’ombra. Oggi siamo qui per soffermarci su questo magnifico genere, andando a ricercare in particolar modo le canzoni blues più energiche di sempre.

Mannish Boy, Muddy Waters

Iniziamo subito con un grande classico, con uno dei più grandi bluesman di tutti i tempi ed uno degli artisti più influenti del ventesimo secolo: Muddy Waters. Nato McKinley Morganfield, Muddy Waters è stato uno dei più grandi chitarristi e cantautori della scena blues statunitense, nonché padre del blues di Chicago. Uno dei suoi brani più celebri ed energici è sicuramente Mannish Boy (originariamente Manish Boy): pubblicata il 24 maggio del 1955, è l’unica canzone in cui non compare Little Walter all’armonica a bocca.

Pride and Joy, Stevie Ray Vaughan

Passiamo ora ad un altro grande esponente del genere blues ed uno dei chitarristi più imponenti della scena mondiale: Stevie Ray Vaughan. Definito da molti come “il Jimi Hendrix bianco”, il musicista statunitense nonostante abbia rilasciato appena 4 album in studio è considerato comunque come uno dei più grandi chitarristi blues di sempre. Tra le sue più grandi canzoni si annovera sicuramente anche Pride and Joy, estratta dal primo album in studio Texas Flood. Il riff ipnotico e accattivante di questo brano ha appassionato un’intera generazione di chitarristi che, ancora oggi, non possono fare a meno di riprodurlo.

The Thrill Is Gone, B.B. King

In questa speciale classifica delle canzoni blues più energiche di sempre non poteva certo mancare un pezzo dell’iconico B.B. King. The Thrill Is Gone è stata scritta da B.B. King, al secolo Riley B.King, nel giugno del 1969 (e rilasciata a dicembre dello stesso anno) ed inserita nell’album Completely Well. Il singolo, alla fine, è diventato un vero e proprio cavallo di battaglia della discografia di King ed uno dei suoi più grandi successi.

Cocaine, Eric Clapton

Certamente non potevamo escludere il mitico Eric Clapton da questa speciale classifica. Il singolo da noi selezionato si intitola “Cocaine” ed è probabilmente uno dei più celebri del chitarrista di Ripley. Il brano, in realtà, è stato composto originariamente da J.J. Cale nel 1976 e ripreso da vari artisti, tra qui Clapton appunto. La sua “Cocaine”, estratta dall’album Slowhand del 1977, è senza ombra di dubbio la versione migliore che si potesse creare.

Share

Simone Esposito: studente e amante della musica in tutte le sue sfumature. Articolista esperto e aspirante critico musicale. Appassionato di cinema, letteratura e arte (in tutte le sue forme). (es.simone@libero.it)