gtag('config', 'UA-102787715-1');

Le canzoni d’amore più belle dei Placebo

I Placebo sono una delle band più innovative degli ultimi decenni. Grazie al loro stile inconfondibile, hanno venduto tantissimo e si sono guadagnati la stima e l’affetto di diversi ammiratori. La peculiarità di questa band sta nell’aver sempre saputo combinare diversi generi, sapendosi rinnovare e migliorare costantemente negli anni. Anche le tematiche delle canzoni sono molto varie, spesso i testi sono criptici e molto introspettivi. Esistono anche diverse canzoni d’amore nella loro discografia. Non è facile selezionare le migliori, ma abbiamo pensato di sceglierne cinque non solo tra le più romantiche, poiché spesso la tematica dell’amore nei Placebo si tinge di complicata oscurità.

Bosco

Parlando proprio di oscurità, in questo brano ci sono tanti riferimenti all’amore, ma è un amore tossico e malato. Infatti, il protagonista dice di amare la sua donna, ma si ubriaca, beve e la tratta malissimo. La sua donna è quasi un angelo custode, che lo protegge dal male e gli sta vicino. Paradossalmente sembra gioire nel vedere che la condiziona così, perché quello che riceve è un amore senza riserve.

Without You I’m Nothing

Se cerchiamo una canzone davvero romantica, allora è questa quella giusta. Tante volte abbiamo detto o pensato di qualcuno senza di te sono niente, frase che questo testo ripete costantemente. Ha una grande semplicità, ma è proprio questa la sua forza: avere come unico scopo esprimere l’amore di una persona per un’altra.

Loud Like Love

Questo brano è la title-track del settimo album dei Placebo. Non racconta semplicemente la storia d’amore tra due persone, ma il tema sembra più essere l’amore in senso universale. Questa entità così potente che quasi governa il mondo. Se ascoltiamo il resto dell’album possiamo comprenderne anche di più il senso.

I’ll Be Yours

Se amiamo qualcuno vogliamo essere tutto per lui. Questo testo è profondo nel suo minimalismo, mostra la devozione totale verso una persona per cui si vuole solo il bene. L’ideale di un amore così, sicuramente ci incanta tutti, questo voler essere padre, madre, di tutto per chi amiamo.

Blind

Attraverso l’originale metafora della cecità si definisce la sensazione che si prova quando si è abbandonati dalla persona che si ama. Si supplica allora questa di non andarsene, per non renderci ciechi, per continuare a vedere e vivere insieme.

If I could tear you from the ceiling
I’d freeze us both in time
And find a brand new way of seeing
Your eyes forever glued to mine.
Don’t go and leave me
And please don’t drive me blind
Don’t go and leave me
And please drive me blind
Please don’t drive me blind.
Share

Laureata in Lettere moderne ed in Filologia moderna, studentessa di Editoria e Scrittura alla Sapienza. Siciliana doc, docente, copywriter. Ha pubblicato un saggio dal titolo "Dietro lo specchio, Oscar Wilde e l'estetica del quotidiano" e scrive per diversi siti di divulgazione culturale. Ama la letteratura, il cinema, il teatro, l'arte e naturalmente la musica (ha studiato teatro musical per quattro anni), in particolare il rock, il symphonic metal, il cantautorato italiano e i musical. (Domande e proposte: silviargento97@gmail.com)