gtag('config', 'UA-102787715-1');

Le canzoni più poetiche dei Linkin Park

I Linkin Park sono stati espressione dei drammi giovanili e non solo come nessun altra band. La scomparsa del leader Chester Bennington, avvenuta il 20 Luglio 2017 per sua stessa mano, ha sconvolto davvero tutti. Vedere spegnersi proprio la voce che ha regalato comprensione e sollievo a molti non può che colpire. Sono tantissime le canzoni dei Linkin Park che colpiscono per la loro profondità ed intensità. Abbiamo provato a selezionarne solamente quattro che giudichiamo le più “poetiche”, in qualche modo. Naturalmente, ogni fan è affezionato ed ha la sua classifica personale, ma vi sono testi che oggettivamente esprimono quel quid in più.

Iridescent

Forse non esiste una canzone con un testo più profondo nella discografia della band. Iridescent descrive una situazione di tristezza e malinconia, per poi approdare ad una grande speranza, una possibilità seppur sottile di farsi strada verso qualcosa. Lasciare andare la tristezza e la solitudine per far spazio a qualcos’altro. Spesso questo significato sfugge, anche perché una versione ridotta del brano è presente in Transformers 3, ma non è assolutamente una semplice colonna sonora.

Do you feel cold and lost in desperation?
You build up hope but failure’s all you’ve known
Remember all the sadness and frustration
And let it go, let it go.

Leave out all the rest

Dopo la scomparsa di Chester Bennington, si è cominciato a vivere questo testo anche più profondamente. Infatti, il protagonista chiede che, quando sarà morto, non si pensi ai suoi errori ma solo agli aspetti positivi e si lasci fuori tutto il resto. Capiamo bene che si adegua fin troppo alla situazione vissuta da Bennington, ma già senza questa particolare il testo aveva una grande intensità.

Crawling

Quando pensiamo ai Linkin Park è questo il genere di canzone che subito ci sovviene alla mente. Ciò in quanto la rabbia, la frustrazione e l’inadeguatezza sono tutti sentimenti che hanno spesso espresso. Crawling ha una sua poesia all’interno, per il fatto che esprime proprio quelle sensazioni del protagonista in crisi interiore con se stesso ed il mondo.

There’s something inside me that pulls beneath the surface
Consuming, confusing
This lack of self control I fear is never ending
Controlling
I can’t seem
To find myself again
My walls are closing in
(Without a sense of confidence I’m convinced
That there’s just too much pressure to take)
I’ve felt this way before
So insecure.

In pieces

Se per brani poetici intendiamo naturalmente riferirci al significato, qui una nota di merito bisogna darla anche alla forma. In pieces è un testo pieno di rime accurate e nella sua semplicità mostra una forza vitale che è propria solo di pezzi di questa band.

You promise me the sky
Then toss me like a stone
You wrap me in your arms
And chill me to the bone.

Share

Laureata in Lettere moderne ed in Filologia moderna, studentessa di Editoria e Scrittura alla Sapienza. Siciliana doc, docente, copywriter. Ha pubblicato un saggio dal titolo "Dietro lo specchio, Oscar Wilde e l'estetica del quotidiano" e scrive per diversi siti di divulgazione culturale. Ama la letteratura, il cinema, il teatro, l'arte e naturalmente la musica (ha studiato teatro musical per quattro anni), in particolare il rock, il symphonic metal, il cantautorato italiano e i musical.