gtag('config', 'UA-102787715-1');

Le canzoni più sottovalutate dei Depeche Mode

Nel corso della loro carriera, i Depeche Mode hanno realizzato una serie di capolavori di grandissimo livello, che sottolineano tutta la grande qualità di una formazione che ha saputo – da sempre – evadere da quei tradizionali schemi artistici che hanno caratterizzato la storia della musica e del rock. Attraverso lavori di grande rilievo e canzoni di grande spessore, la formazione britannica ha fatto la storia e portato la propria musica alla ribalta; eppure, allo stesso tempo, molti lavori di grandissimo livello non hanno ottenuto lo stesso successo, per quanto oggettivamente di grande qualità. Vogliamo, allora, parlarvi di quali siano le canzoni più sottovalutate che sono state realizzate dai Depeche Mode in carriera e che, inspiegabilmente, non hanno ottenuto grande successo.

Sweetest Perfection

La prima tra le canzoni più sottovalutate dei Depeche Mode che meritano di essere sottolineate per la loro incredibile qualità, che non è valsa alla band celebrità, è senza dubbio Sweetest Perfection. Il brano, presente all’interno del tendente al perfetto album Violator, soffre di una classificazione – in termini di tracklist – particolari, che porta la canzone essere inserita in un album divenuto celebre per ben altri capolavori, come Personal Jesus, Enjoy The Silence, World In My Eyes e Policy of Truth. 

In particolar modo, in effetti, il brano si trova proprio tra la traccia di apertura, World In My Eyes, e Personal Jesus; eppure la sua grande qualità, quell’atteggiamento atipico aggiunto – artisticamente parlando – dalla formazione britannica e la bellezza strumentale di un brano segnato dai violini rappresentano tutte peculiarità di una canzone che avrebbe meritato sicuramente un successo maggiore.

Photographic

Seconda tra le canzoni più sottovalutate dei Depeche Mode, nonostante la loro incredibile bellezza e qualità, è senza dubbio Photographic, canzone presente all’interno del primo album Speak & Spell, album di debutto della formazione britannica, pubblicato il 5 ottobre 1981 dalla Mute Records. Anche in questo caso la caratura strumentale della band, tendente al gusto dell’elettronica, caratterizza la bellezza di un brano di grande livello, ripreso – nelle sue definizioni – anche dai Bluvertigo di Morgan, nel brano Altre FDV.

Si è ancora del tutto lontani da quelle definizioni artistiche che caratterizzeranno i grandi successi dei Depeche Mode, ma Photographic è una vera e propria perla che merita di essere ascoltata.

Stjarna

Chiudiamo questa nostra particolare lista, relativa alle canzoni più sottovalutate dei Depeche Mode, con Stjarna, canzone significativa dei Depeche Mode che sottolinea tutto l’eclettismo e la capacità della formazione di toccare stili e panoramiche discografiche differenti. Per quanto la canzone non abbia ottenuto certamente un grande successo, può ritenersi come una vera e propria perla in un album come Music For The Masses, album che – tra le altre – contiene canzoni come Never Let Me Down Again e Behind The Wheel. 

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.