gtag('config', 'UA-102787715-1');

Le canzoni più sottovalutate dei Dire Straits

I Dire Straits rappresentano, senza alcun dubbio, una delle realtà artistiche e musicali migliori di sempre, nonostante non abbiano goduto di tutto il successo che avrebbero meritato nell’ottica della loro carriera. La formazione, capitanata da un vero e proprio genio artistico che risponde al nome di Mark Knopfler, ha ottenuto grandi successi con alcuni suoi più grandi capolavori, come Money For Nothing e Sultans Of Swing, ha realizzato una serie di canzoni di grandissimo livello che, nonostante la loro bellezza, non hanno ottenuto il successo meritato. Vi parliamo delle canzoni più sottovalutate dei Dire Straits. 

Once Upon a Time in the West

La prima tra le canzoni più sottovalutate dei Dire Straits che prendiamo in considerazione è, senza dubbio, Once Upon a Time in the West, prima traccia di Communiqué, il secondo album della band inglese Dire Straits da cui è stato estratto il singolo Lady Writer, che ha ottenuto la 45esima posizione massima nella Billboard Hot 200 degli Stati Uniti. 

Per quanto il brano rappresenti uno dei cavalli di battaglia fondamentali da parte della formazione britannica, non ha mai goduto di tutto il grandissimo successo che possa equipararlo ai grandi capolavori della band, che hanno ottenuto riconoscimenti e successo maggiori. Once Upon a Time in the West, in ogni caso, è una canzone di grandissimo livello, diventata molto importante per la formazione inglese, soprattutto in occasione di diverse esibizioni dal vivo; la band, infatti, ha saputo rimaneggiare un brano in parecchie occasioni, attraverso arpeggi, passaggi strumentali e tanto altro. 

News

Nel parlare di News rimaniamo ancora nel contesto di Communiqué, il secondo album della band inglese Dire Straits pubblicato il 15 giugno 1979. Si tratta della seconda traccia del disco, che segue esattamente quella di cui vi abbiamo precedentemente parlato e mostrato come uno dei più grandi successi della band dal vivo; la canzone non ha ottenuto un grandissimo successo, per quanto sia stata dedicata a John Lennon dopo la sua morte. In generale, il brano parla di una persona spregiudicata, che conduce una vita all’insegna del carisma e dell’indipendenza, prima di trovare la morte a seguito di un incidente stradale. Così come la precedente traccia, News è stata utilizzata particolarmente dalla band in concerto, risultando essere una traccia fondamentale fino al 1981.

On every street

L’ultima tra le canzoni più sottovalutate dei Dure Straits che prendiamo in considerazione nell’ambito del nostro articolo è, senza dubbio, On every street, la title track dell’omonimo album in studio pubblicato dalla formazione britannica prima del suo scioglimento, che ha dato il via alla carriera da solista di Mark Knopfler. Il brano rappresenta uno dei prodotti migliori dell’album, per quanto non abbia ottenuto un grandissimo successo come avrebbe meritato; tuttavia, in occasione dei concerti del 1991 e del 1992 è stato fondamentale, nell’ottica del riarrangiamento della lunga coda strumentale che caratterizza il brano e il suo significato.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.