gtag('config', 'UA-102787715-1');

Le canzoni più tristi dei Muse

I Muse sono un band famosissima e amata da tantissimi fan in tutto il mondo. Da quasi trent’anni scalano le classifiche e stupiscono con uno stile particolare e innovativo. La musica dei Muse ha diverse tematiche ricorrenti, come problematiche sociali o politiche, specie ultimamente. Non mancano naturalmente i brani d’amore, quelli più allegri, ma anche i più malinconici. In ogni discografia di qualsiasi band o artista ci sono quelle canzoni più tristi, che a certuni a volte non piacciono. C’è chi sicuramente preferisce il lato romantico o quello più politico dei Muse, ma è anche vero che ogni tanto un po’ di tristezza in musica ci vuole anche. Ecco perché abbiamo selezionato per voi i cinque brani più tristi della band.

Hate this & I’ll love you

In questo come in tanti altri lavori, i Muse sono ricordano uno stile che si avvicina abbastanza a quello dei classici Radiohead, una grande influenza per i Muse naturalmente (anche se paradossalmente Thom Yorke non li ama molto). Questa canzone descrive una situazione di forte malinconia. La semplicità del testo è un punto di forza poiché in poche parole mostra la sensazione centrale di tristezza.

Cause I was born to destroy you
I am growing by the hour
I’m getting strong in every way.

Blackout

Da molti è considerato il brano più triste della band in assoluto. Il protagonista di questo brano si definisce troppo vecchio per sognare e troppo giovane per capire. Un blackout emotivo quello che viene descritto da questo brano dal messaggio estremamente pessimista, in cui tutto sembra destinato a finire, a ferirci ed a deluderci.

Soldiers poem

A proposito di canzoni dei Muse che si impegnano politicamente e socialmente, questa è chiaramente una canzone antimilitarista. Soldiers poem già nel titolo rivela lo stile del testo, che sembra una sorta di racconto in poesia. Il pezzo è proprio la dimostrazione di quanto sia drammatica la loro condizione, questi giovani ragazzi mandati lontani da casa che si ritrovano da soli in mezzo alle atrocità della guerra.

Citizen Erased

È molto difficile capire il significato di questo pezzo. Sembra una sorta di separazione tra due persone, è pieno di tristezza e nostalgia. Soprattutto nel finale ci troviamo di fronte alla descrizione di una solitudine ed una forte insicurezza. La consapevolezza che i ricordi faranno sempre male, in quello che sembra essere un addio.

Wash me away
Clean your body of me
Erase all the memories
They will only bring us pain
And I’ve seen, all I’ll ever need.
Share

Laureata in Lettere moderne ed in Filologia moderna, studentessa di Editoria e Scrittura alla Sapienza. Siciliana doc, docente, copywriter. Ha pubblicato un saggio dal titolo "Dietro lo specchio, Oscar Wilde e l'estetica del quotidiano" e scrive per diversi siti di divulgazione culturale. Ama la letteratura, il cinema, il teatro, l'arte e naturalmente la musica (ha studiato teatro musical per quattro anni), in particolare il rock, il symphonic metal, il cantautorato italiano e i musical. (Domande e proposte: silviargento97@gmail.com)