gtag('config', 'UA-102787715-1');

Le cinque canzoni più tristi dei Linkin Park

I Linkin Park hanno coinvolto il loro pubblico con moltissime canzoni energiche, piene di rabbia, vita e forza. La scomparsa improvvisa di Chester Bennington, il suo suicidio così drammatico, ha reso tutto più intenso. Riascoltare le canzoni dei Linkin Park adesso dà una sensazione diversa, ma vi sono brani che a prescindere contengono una grande tristezza. Molte canzoni della band hanno infatti testi introspettivi, intensi, malinconici, che riflettono anche la depressione di cui soffriva Chester Bennington, un uomo dalla grande profondità. Abbiamo selezionato i cinque più drammatici.

Iridescent

Questa canzone è una delle più emozionanti della band secondo moltissimi fan. Il testo descrive una situazione di profonda crisi e tristezza, che comunque trova una risoluzione nel messaggio di speranza finale. Infatti, la canzone invita a prendere tutto il dolore e lasciarlo andare. Una guida in un momento di difficoltà, seppur dalla forte malinconia.

Roads untraveled

Quasi sicuramente questo brano tratta della fine di un amore o comunque di un rapporto, visto che si parla di un amore che non valeva. È una sorta di consolazione anche in questo caso, che però non sembra rivolta a se stessi, ma ad un amico. Infatti chi sta parlando spiega che se ha bisogno di lui, ci sarà. Nonostante sia un momento di estrema tristezza, si può comunque andare avanti, si può contare su qualcuno.

Give up your heart left broken
And let that mistake pass on
‘Cause the love that you lost wasn’t worth what it cost
And in time you’ll be glad it’s gone.

Shadow of the Day

Ancora una volta un testo che si riferisce ad un momento buio della vita. Si tratta di una delle canzoni più famose dei Linkin Park che contiene anche una delle frasi più conosciute tratte dai testi della band: “A volte dirsi addio è l’unica soluzione“. È palese il riferimento alla morte, all’addio, agli amici che chiedono di restare. Ascoltato oggi, sapendo la decisione che ha preso Chester Bennington, fa ancora più effetto.

Leave out all the rest

La canzone che maggiormente viene usata per ricordare Bennington. Infatti, sostanzialmente il testo descrive i desideri di una persona quando sarà morta. Nel ritornello si chiede di ricordare solo gli aspetti positivi e lasciar andare tutti gli errori e il resto, quando chi parla non ci sarà più. La tematica principale della morte, unita all’amicizia ed ai ricordi rende tutto intenso ed emotivamente toccante.

In the end

Una delle più conosciute dei Linkin Park. La grande energia che trasmette fa spesso dimenticare il testo così complesso e triste. Sostanzialmente rappresenta una riflessione sul tempo che passa, sulla caducità dell’esistenza. Se si ascolta con grande attenzione, le parole si interiorizzano in noi e ci offrono una grande emozione.

Share

Laureata in Lettere moderne ed in Filologia moderna. Siciliana doc, docente, copywriter. Ha pubblicato un saggio dal titolo "Dietro lo specchio, Oscar Wilde e l'estetica del quotidiano" e scrive per diversi siti di divulgazione culturale. Ama la letteratura, il cinema, il teatro, l'arte e naturalmente la musica (ha studiato teatro musical per quattro anni), in particolare il rock, il symphonic metal, il cantautorato italiano e i musical.