gtag('config', 'UA-102787715-1');

Le cinque migliori canzoni da suonare alla chitarra con Slide

Nel corso degli anni, la chitarra si è affermata come un caposaldo assoluto della musica moderna. Sebbene, ad oggi, il mondo della sei corde, o almeno le sue sfumature più impegnate, sembrino relegate ad una nicchia molto ristretta di appassionati; guardando a qualche anno fa, la chitarra è riuscita ad appassionare milioni di giovani in tutto il mondo; iniziando, talvolta, le storie dei grandi del Rock e del Blues. Le tecniche chitarristiche con cui, i mostri sacri della musica, hanno adornato le scene, sono innumerevoli. Parliamo di manifestazioni di stile divenute iconiche e che, spesso, hanno consacrato alla leggenda i propri principali fautori.

Sin dai migliori anni del Blues, comunque, la chitarra o, quanto meno, strumenti ad essa affini, si sono accostati al genere; camminandovi accanto. Le tecniche dei grandi Bluesmen del passato fanno, ormai, parte della storia; nonostante vengano ancora ampiamente utilizzate dai grandi chitarristi che annoverano il panorama contemporaneo. Utilizzare la Slide sulla chitarra, è uno degli evergreen dei grandi del Blues e del Rock. Si tratta di un accessorio tubolare, indossato solitamente all’anulare o al mignolo della mano che tocca il manico, costruito in vetro, plastica o metallo.

Le origini della Slide risalgono agli albori del Blues e a quando i chitarristi tagliavano i colli delle bottiglie per ottenere il suono metallico e prolungato concessogli da quest’accessorio che, negli anni, ha ovviamente subito le trasformazioni e le innovazioni del progresso tecnologico/musicale. Non a caso, la slide viene chiamata comunemente anche Bottle Neck, ossia collo di bottiglia. In quest’articolo, abbiamo deciso di elencare alcune tra le migliori canzoni da imparare a suonare sulla chitarra con la Slide.

5) The Allman Brothers Band – Statesboro Blues

Un’intera generazione di chitarristi che hanno fatto la storia del Rock, hanno sperimentato con il loro strumento, suonandolo con le Slide. Trascorsero diversi anni prima che l’accessorio tendesse ad apparire meno sovente sulle mani dei musicisti di maggior spicco sulle scene dell’epoca. Da Jeff Beck a Jimmy Page, le leggende della musica hanno messo la firma su alcune pietre miliari dal fascino straordinario servendosi di un Bottle Neck; eppure, nessuno è mai arrivato ad eguagliare la maestria di Duane Allman. Il chitarrista della Allman Brothers Band, usò la Slide in Statesboro Blues per imitare il suono di un’armonica a bocca sulla chitarra. L’intensità dei lick di chitarra slide di Statesboro Blues, la rendono una delle migliori canzoni da imparare a suonare, provando ad emularne la tecnica eccelsa insita nella sua composizione.

4) George Harrison – Give Me Love (Give Me Peace On Heart)

Sebbene l’ex chitarrista dei Beatles non fosse un virtuoso dello strumento al pari di suoi contemporanei come Eric Clapton, George Harrison riuscì ad iniziare alla chitarra decine di migliaia di giovani, attraverso giri semplici ed uno stile oltre modo personale. George passò alla storia come il Beatle silenzioso, visto il suo contributo minimo quanto efficace allo spettro compositivo del leggendario quartetto in cui ha militato; ciò nonostante, quando ritrovò la fiducia nelle sue capacità d’autore, mise la firma su alcuni brani particolarmente evocativi, tra cui, ad esempio, My Sweet Lord. Sebbene hit come la sopracitata siano rimaste impresse nell’immaginario collettivo a differenza di Give Me Love, la traccia rappresentò la quintessenza del sound sperimentale, contaminato dalle sue esperienze orientali, che il chitarrista decise di proporre. L’intrigante chitarra slide presente nel pezzo, tesse atmosfere singolari e, per questo, affascinanti, di cui vale sicuramente la pena apprendere i particolari.

3) Led Zeppelin – In My Time Of Dying

I tre mostri sacri del Rock che, tra la fine degli anni ’60 e l’inizio dei ’70, cambiarono il volto dell’industria musicale per sempre, sperimentarono con la slide in punti diversi della loro carriera. Ovviamente, parliamo di Eric Clapton, Jeff Beck e Jimmy Page. I tre, costruirono un paradigma chitarristico completamente nuovo, a partire dagli slanci visionari delle loro opere. Il contributo di Page alle tecniche di Slide Guitar, però, rimane a tutt’oggi dei più impressionanti. I Led Zeppelin hanno scolpito il loro nome nell’eternità grazie ai tappeti melodici lisergici di cui i loro brani si componevano, ma quando Jimmy indossava la Slide riusciva ad amplificare l’apporto emotivo, già di per sé elevatissimo, delle sue canzoni, a livelli inimmaginabili. Tratta da Physical Graffiti, In My Time Of Dying ne risulta essere l’esempio lampante. Comunque, l’opera dei Led Zeppelin è costellata di canzoni straordinarie da imparare a suonare sulla chitarra con la slide. Basti pensare al riff di When The Levee Breaks, tra gli altri.

2) Derek Trucks Band – Sahib Teri Bandi/Maki Madni

È ormai ben noto, il profondissimo apporto di Derek Trucks nella comunità chitarristica moderna. Il musicista, è capace di manifestazioni stilistiche dalla tecnica mirabolante che, sin dai suoi esordi, l’hanno reso un capostipite della Slide Guitar. La traccia che abbiamo inserito in classifica, però, riesce ancora a sorprendere anche i fan più devoti di Trucks, avvalendosi di un climax orientaleggiante, pur risentendo pesantemente delle inflessioni tecniche di Duane Allman. Il brano, strumentale dalla durata di 10 minuti, è tratto dal suo album del 2006, Songlines e mostra l’avanguardia compositiva di Trucks spinta oltre ogni limite. La chitarra sembra assumere le sembianze di uno strumento esotico proveniente da un tempo e da un luogo lontani.  Sahib è, senza dubbio, una delle canzoni migliori da imparare a suonare alla chitarra con la Slide.

1) Rory Gallagher – Want Ad Blues/Wanted Blues

Rory Gallagher ha consacrato il suo nome alla leggenda attraverso l’eclettismo e la rabbia straordinari con cui combatteva contro la sua iconica per quanto logorata Fender Stratocaster. Ciò nonostante, agli appassionati dell’opera del compianto chitarrista, non sorprende affatto che, questi, fosse anche un abilissimo utilizzatore della Slide e che, l’avesse adottata nella sua strabiliante versione rivisitata della traccia Blues tradizionale di John Lee Hooke, Wanted Blues; ovviamente in acustico.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (email:claudio190901@gmail.com)