gtag('config', 'UA-102787715-1');

Le cinque migliori frontwomen nella storia del Blues

La storia della musica più impegnata, si erge su una serie di asserti, eclettici, intricati e, soprattutto, affascinanti. Nel corso degli anni, gli appassionati di musica più devoti hanno assistito al susseguirsi di figure dalla caratura elevatissima. Personalità illustri che hanno rivestito di brillantezza le scene in cui tendevano ad immergersi. L’identità artistica immensa di questi musicisti, ha permesso ai generi ai quali avevano consacrato le loro opere, di spiccare per istrionismo.

Le maggiori cause del successo di un paradigma musicale, vanno ricercate nei suoi principali fautori. L’immaginario collettivo è solito attribuire ai cantanti l’onere di rendere un genere iconico. Durante gli anni, numerose frontwomen hanno saputo affermarsi come figure di spicco delle scene musicali, specie nel Blues. Un genere dall’apporto emotivo particolarmente elevato, in cui tecnica ed emozione collimano in esplosioni sonore solenni ed appassionanti. In questa classifica, abbiamo deciso di elencare alcune delle migliori frontwomen nel Blues.

5) Beth Hart

Nata a Los Angeles il 24 febbraio del 1972, Beth Hart è una cantautrice tanto istrionica quanto carismatica sul palco. Nel corso degli anni ha messo la firma su alcune manifestazioni stilistiche assolutamente sbalorditive, spaziando tra il Blues, il Rock, il Pop ed il Gospel. Beth Hart è una delle migliori frontwomen nel Blues contemporaneo e ha collaborato con alcuni mostri sacri della chitarra come Jeff Beck e Joe Bonamassa, tra gli altri.

4) Samantha Fish

Nata a Kansas City, nello stato americano del Missouri, il 30 gennaio del 1989, Samantha Fish non è solo una cantautrice straordinaria, ma soprattutto, una chitarrista virtuosa del Blues. Nel suo playing, Fish è riuscita a far convivere generi come il Rock, il Country, il Folk e, soprattutto il Blues. Le esibizioni di Samantha sono a dir poco strabilianti e sono riuscite a sbalordire personalità immense come quella di Buddy Guy.

3) Beverly Watkins

Beverly Watkins è stata una chitarrista Blues americana, nata il 6 aprile del 1939 e deceduta il 1 ottobre del 2019. Il suo apporto sulla comunità Blues moderna è profondissimo. Le principali testate giornalistiche di settore, hanno scritto fiumi di parole sulle sue manifestazioni estrose alla sei corde, essendo stata una cantante e chitarrista passionale come poche. Beverly Watkins ha collaborato con artisti straordinari, tra cui figurano i nomi di Ray Charles, B.B. King e James Brown. Ciò nonostante, la sua carriera da artista solista, l’ha resa una delle frontwomen migliori nella storia del Blues.

2) Bonnie Raitt

Nata a Burbank l’8 dicembre del 1949, Bonnie Raitt è una delle chitarriste e cantautrici più amate di tutti i tempi. Il suo apporto sulla comunità chitarristica internazionale è profondissimo. Bonnie crebbe in una famiglia particolarmente legata alla musica. Mentre sua madre, Marjorie Haydock era un’ottima pianista, suo padre, John Raitt, era una star dei musical a Broadway. La passione per Bonnie Raitt per la chitarra scoppiò in lei in tenera età. Nel corso degli anni perfezionò nei minimi particolari la tecnica della chitarra slide, divenuta immancabile nei suoi dischi. Ad oggi, Bonnie Raitt rappresenta un punto di riferimento nel mondo della Slide Guitar.

1) Janis Joplin

In questa sede, è praticamente impossibile non citare la stella del Soul. Con la sua voce ed il carico emozionale insito nei brani che proponeva, Janis Joplin si è affermata come la regina indiscussa del Blues Rock. Un’artista formidabile, il cui lascito, inestimabile, vive nella memoria di milioni di appassionati. Ancora oggi, la musica di Janis risuona negli echi di intere generazioni, riuscendo ad affascinare migliaia di giovani, spingendoli verso la musica. La scena moderna risente ancora del contributo di Janis Joplin, la cui opera, rimarrà sicuramente eterna.

 

 

 

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (email:claudio190901@gmail.com)