gtag('config', 'UA-102787715-1');

Le copertine rock più artistiche di sempre nella storia della musica

Nel corso della storia della musica sono tantissimi gli album che sono stati realizzati e che hanno trovato pubblicazione; così tanti che, naturalmente, non è possibile indicarli tutti per un discorso relativo alla grandissima quantità di prodotti pubblicati. Una grande quantità di album corrisponde, chiaramente, anche ad una grande quantità di copertine che sono state realizzate e che, in qualsiasi modo, hanno richiesto uno sforzo artistico per la realizzazione delle stesse. Talvolta le copertine rock hanno caratterizzato dei veri e propri capolavori artistici, e meritano di essere sottolineate per questo motivo: ecco quali sono le copertine rock più artistiche di sempre nella storia della musica. 

The Dark Side Of The Moon dei Pink Floyd

La realizzazione della copertina di The Dark Side Of The Moon risiede in motivazioni di carattere non soltanto artistico e musicale, ma anche e soprattutto morale. Realizzata dallo Studio Hipgnosis e grazie alla realizzazione di Storm Thorgerson, la copertina dell’album dei Pink Floyd è stata realizzata sulla base delle esibizioni della band, “famose per la loro illuminazione, ambizione e follia … da qui il prisma, il triangolo e le piramidi. Tutto si collega, in qualche modo, da qualche parte.”

Il prisma, i colori dell’arcobaleno che si riducono a uno e la compattezza artistica di una copertina di questo tipo non hanno pari nella storia della musica e in altre pubblicazioni che hanno visto la luce negli anni; non a caso, ogni elemento del celebre album dei Pink Floyd sembra essere posizionato nel modo e nel posto giusto, copertina compresa.

The Velvet Underground

Anche nel parlare della copertina del primo album in studio di The Velvet Underground, l’omonimo prodotto discografico che ha visto la collaborazione di Nico, non c’è bisogno di offrire particolari spiegazioni che giustifichino il perchè parliamo della copertina come di una vera e propria opera d’arte. In via del tutto esemplificativa, l’opera è stata realizzata da Andy Warhol, e ciò la rende ulteriormente tale da essere definibile come opera non soltanto musicale ma anche artistica.

E ancora, la storia ne ha dettato la definizione: dall’iniziale costruzione del marchingegno, che permetteva di sbucciare la banana offrendo la semplice ma efficace provocazione relativa all’organo sessuale maschile, fino al consolidamento della stessa copertina, che presenta un’immagine priva di orpelli di qualsiasi tipo, tra cui anche il nome della stessa band, che non figura lasciando spazio al solo nome di Andy Warhol

Abbey Road dei Beatles

Merita di essere citata, in quanto a copertina maggiormente artistica nella storia del rock, anche la cover di Abbey Road, uno dei prodotti più celebri che siano mai stati pubblicati dai Beatles nella loro carriera. L’immagine iconica che è stata offerta da questa stessa copertina, e che ci permette di parlare di vera e propria opera d’arte, è quella consegnata alla storia dei quattro Beatles che attraversano quelle strisce pedonali di Londra poi divenute celebri.

La copertina ha lasciato spazio a tutte quelle leggende e teorie relative alla morte di Paul McCartney, che hanno trovato conferma in numerosi elementi grafici presenti all’interno della copertina stessa, dallo stesso Paul McCartney scalzo fino alla targa dell’automobile presente sullo sfondo. 

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.