gtag('config', 'UA-102787715-1');

Le dichiarazioni incredibili di Brian May: “Non volevo Freddie Mercury nei Queen”

Non c’è dubbio: Freddie Mercury ha avuto un’importanza incredibile all’interno dei Queen. E’ proprio grazie al leader della formazione se i Queen, nonostante il grandissimo talento di ogni singolo membro della band, se la formazione britannica è riuscita ad ottenere un successo mondiale, sfidando qualsiasi tipo di pregiudizio e imponendosi attraverso un eclettismo artistico e musicale senza pari. Eppure, se si guarda alle dichiarazioni incredibili di Brian May, si scopre che – in realtà – il chitarrista non voleva che Freddie Mercury entrasse all’interno della band. Com’è possibile? Ve ne parliamo nel dettaglio all’interno di quest’articolo.

I primi progetti prima della nascita dei Queen

Tutti sanno che prima della nascita dei Queen i vari membri della formazione, al di là di John Deacon, avevano dato vita a progetti differenti, cercando di emergere all’interno del mercato musicale. Le differenze non sono mai mancate, soprattutto dal punto di vista strutturale: per questo motivo, se Freddie Mercury aveva dato vita a una piccola formazione che non ebbe grande successo o qualche tipo di apprezzamento, neanche all’interno del contesto scolastico del college frequentato da Freddie Mercury, Brian May era già impegnato in progetti più seri.

Brian May e Roger Taylor diedero vita, a proposito, a un progetto musicale che coinvolgeva anche Tim Staffel e Chris Smith: gli Smile, questo il nome della band che nacque ad opera di Brian May, riuscirono ad essere importanti non soltanto all’interno del piccolo contesto giovanile, ma furono in grado di acquisire gradualmente importanza, esprimendo quell’inevitabile talento artistico che li contraddistingueva. Brian May ha sempre ricordato di come Freddie Mercury volesse far parte della formazione ad ogni costo. 

Non solo, il cantante era sempre pronto a dire la sua e dare consigli alla formazione, essendo un fan incredibile e continuamente al seguito dei suoi idoli: che fosse il suono della batteria, il modo di presentarsi sul palco o la maniera in cui andava impostata la voce, in tante occasioni Freddie Mercury diede consiglio ai suoi futuri compagni di band, dimostrando grande attenzione alle esibizioni della band.

Brian May non voleva Freddie Mercury nei Queen

Nonostante tutto ciò, Brian May non voleva assolutamente che Freddie Mercury entrasse nei Queen – o meglio, negli Smile, antenati della formazione stessa – per motivi prettamente strutturali. Diversamente da quanto mostrato all’interno del biopic Bohemian Rhapsody, sia Brian May che Roger Taylor erano ben consci delle doti canore di Freddie Mercury, e conoscevano perfettamente tutte le sue qualità.

Eppure, Brian May voleva preservare la formazione con Tim Staffel, e non voleva sostituire il cantante con Freddie Mercury: “Ricordo di aver camminato lungo Ealing Broadway con quei tre [Brian, Roger e Freddie] e aver pensato, Ecco, la band”. Ho detto a Brian, ‘Fred amerebbe entrare negli Smile, ma Brian è stato come,’ No, no, no. Tim è il cantante principale. Non lo sopporterebbe mai.”, ha dichiarato Smith a proposito. Insomma, la chimica che sembrava esserci tra i tre portò a credere che un progetto con Freddie Mercury cantante potesse funzionare. Fu lo stesso Tim Staffel, abbandonando gli Smile, a favorire la nascita dei Queen.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.