gtag('config', 'UA-102787715-1');

Le migliori 5 band rock che hanno pubblicato solo un album

Nell’ambito della storia del rock, sono diversi gli artisti che hanno fatto la storia della musica anche grazie alla propria longevità, che li ha portati a svilupparsi nel corso degli anni attraverso la pubblicazione di numerosi prodotti, dischi e album di qualsiasi tipo. In questo modo, la discografia di questi artisti si è arricchita di numerosi prodotti, che hanno mostrato tutti i segni della maturazione e del percorso musicale seguito. In altre occasioni, invece, ci si è ritrovati di fronte a band e artisti che hanno pubblicato un solo album in studio, e che allo stesso tempo hanno ottenuto grande celebrità è lascito artistico. Vogliamo parlarvi delle cinque band che hanno pubblicato un solo album.

Sex Pistols

La prima tra le migliori 5 band rock che hanno pubblicato un solo album è quella dei Sex Pistols. Si tratta sicuramente dell’esempio più emblematico di band che hanno lasciato alla storia un solo prodotto discografico, pur ottenendo un successo planetario. La band punk britannica capeggiata da Johnny Rotten e Syd Vicious ha avuto modo di pubblicare soltanto il primo e unico album in studio datato 1977, Never Mind The Bollocks, Here’s the Sex Pistols. Per quanto ci siano state pubblicazioni successive, specie in bootleg, la sopracitata è l’unica ufficiale che sia avvenuta da parte della band britannica, e di cui ancora oggi si sente parlare, non importa se con tono polemico o di apprezzamento.

Jeff Buckley

Nel parlare di Jeff Buckley, secondo tra gli artisti che consideriamo in merito alla pubblicazione di un solo album in studio, c’è una precisazione necessaria da fare. L’autore, che ha trovato una tragica morte all’interno del fiume Mississippi, ha avuto modo di pubblicare un solo album in vita, Grace, nel 1994. Successivamente alla sua morte sono stati pubblicati altri due album postumi, nel 1998 e del 2016. Si tratta di pubblicazioni successive di cui non teniamo conto all’interno della nostra classifica, dal momento che, naturalmente, non sono state autorizzate da parte dello stesso Jeff Buckley.

The Monks

Terza tra le band rock che hanno pubblicato un solo album nell’ambito della propria carriera è quella dei The Monks, band rock ‘n’ roll formatasi nella metà degli anni sessanta e attiva in Germania e negli Stati Uniti. La formazione in questione, per quanto spiccasse per la sua originalità e per il suo talento artistico, ha pubblicato un solo album in studio, Black Monk Time, nel 1966. Inspiegabilmente, nel 1967 la band si è sciolta, pur riunendosi solo per un evento nel 1999, e lasciando un influenza artistica ad alcune generazioni successive dettate dalla presenza di Clash e Sex Pistols.

Skip Spence

Skip Spence è celebre per aver militato all’interno dei Jefferson Airplane, nonché per essere stato il fondatore dei Moby Grape. Non si può dire lo stesso della sua carriera da solista, che non l’ha portato ad ottenere un grandissimo successo; se con i Jefferson Airplane ha pubblicato tre album in studio e con i Moby Grape il numero è salito addirittura a 7, pur considerando anche raccolte e live, da solista il musicista ha pubblicato soltanto un album, nel 1969. Parliamo di Oar, album che non ha ottenuto tutto il successo che il canadese sperava e che ha interrotto bruscamente la sua carriera da solista.

Young Marble Giants

Chiudiamo questa nostra classifica con la band degli Young Marble Giants, originari del Galles. La formazione in questione è definita come una dei precursori del post-punk, essendo stata attiva dal 1978 al 1981. Eppure, il trio gallese non ha lasciato ai posteri numerose pubblicazioni, attraverso la realizzazione di un solo album in studio, Colossal Youth. La discografia accredita anche la presenza di Salad Days, del 2000, ma si tratta di una pubblicazione non identificabile nel novero degli album in studio pubblicati dalla band.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.