La classifica delle canzoni più redditizie dei Led Zeppelin

I Led Zeppelin – formatisi nel 1968 – sono considerati tra i gruppi più influenti del panorama rock, specialmente hard rock. La formazione – capeggiata da Robert Plant – partendo da radici blues, folk e rockabilly ha creato una forma completamente inedita e rivoluzionaria di sound. Quando nel 1980 – a seguito della tragica morte del batterista John Bonham – i Led Zeppelin si sciolsero, avevano ormai segnato uno dei capitoli più importanti e influenti della musica mondiale. Le loro canzoni e i loro album in genere, sono tra i prodotti musicali più redditizi del mercato discografico. Billboard ha pensato bene di stilare la classifica dei brani più redditizi della band britannica. Scopriamoli in questo articolo.

La nascita dei Led Zeppelin

Jimmy Page – che nel 1966 milita ancora negli Yardbirds – ha per primo l’idea di fondare un nuovo gruppo, dopo la defezione di Jeff Beck. Accanto a lui vorrebbe Keith Moon e John Entwistle degli Who. Tale progetto di fatto non verrà mai ufficializzato, sebbene la formazione si prenda l’impegno di fare un breve tour in Scandinavia. Per una lunga serie di cambiamenti e abbandoni, alla fine Page si ritroverà con un assetto completamente diverso da quello che aveva pensato all’inizio.

Prima di partire tutti e quattro i futuri Led Zeppelin infatti si troveranno assieme. Page aveva proposto inizialmente a Terry Reid di diventare il nuovo cantante degli Yardbirds ma – dopo il suo rifiuto – era stato indirizzato su Robert Plant. Quest’ultimo a sua volta aveva indicato come batterista John Bonham. Infine John Paul Jones – dietro consiglio della moglie e dopo aver già collaborato ad una registrazione con gli Yardbirds – aveva contattato Page per entrare come sostituto del bassista Chris Dreja.

L’origine del nome

La nuova formazione parte per la Scandinavia con il nome di The New Yardbirds. Ma alla fine di quel tour decidono tutti di comune accordo di cambiarlo. Sull’origine di Led Zeppelin ci sono molte versioni e molte leggende. La più accreditata si fa risalire a Keith Moon che – durante una conversazione – avrebbe detto che un gruppo formato da lui, John Entwistle, Jimmy Page e Jeff Beck sarebbe volato in alto come un dirigibile (un lead zeppelin, appunto). Qualcuno riferisce queste parole a Page che, ripensandoci tempo dopo, decide di cambiare semplicemente lead in led – per evitare ambiguità di pronuncia. “Aveva qualcosa a che fare con l’espressione popolare “un cattivo scherzo sale come un palloncino di piombo” dichiarerà in seguito lo stesso chitarrista.

Le canzoni più redditizie dei Led Zeppelin

Dall’anno della formazione fino al 1980 – momento della tragica scomparsa di John Bonham – i Led Zeppelin non fanno altro che macinare un successo dietro l’altro. Se all’epoca della pubblicazione il successo di basava sulle copie di singoli o album venduti, oggi si contano anche le cifre in termini di ascolto digitale. I Led Zeppelin di Robert Plant e Jimmy Page si confermano infatti più attuali che mai anche nell’epoca dello streaming e dei brani online. Billboard ha stilato la classifica dei brani più redditizi dei Led Zeppelin in base agli introiti generati dai brani. Stairway to Heaven ad esempio – nell’epoca del digitale – ha fatto incassare alla band quasi 3 milioni di dollari negli ultimi 11 anni. Il brano si aggiudica il titolo di canzone più redditizia per Plant e soci.

La classifica è stata stilata utilizzando i dati di Nielsen Media – a fronte di un calcolo delle vendite online e dei flussi on demand di 94 canzoni da Novembre 2007. In quell’anno il catalogo dei Led Zeppelin è infatti diventato disponibile su iTunes. La stima si è interrotta a Luglio 2018 – con i dati relativi allo streaming che invece partono dal 2015. Dopo aver raccolto tutti i dati, la rivista americana Billboard ha elencato le canzoni dei Led Zeppelin con più incassi nella storia della band dal punto di vista digitale. Non sono stati calcolati – nella raccolta dati – i flussi programmati, la riproduzione radio, le vendite fisiche di album e dischi.

La classifica dei primi 10 brani

  1. Stairway to Heaven
  2. Kashmir
  3. Immigrant Song
  4. Black Dog
  5. Whole Lotta Love
  6. Ramble On
  7. Over the Hills and Far Away
  8. Goin’ to California
  9. Rock ‘n’ Roll
  10. D’yer Mak’er

Il più redditizio e il meno redditizio

Il brano più redditizio dei Led Zeppelin – in base agli ascolti digitali e alla richiesta on-deman – è Stairway to Heaven. La canzone è anche la più famose e distintiva di Robert Plant e soci – contenuta nell’album Led Zeppelin IV. La meno redditizia dal punto di vista economico è invece Swan Song, con un guadagno di appena 200 dollari. Il brano diede anche il nome all’etichetta discografica fondata dai Led Zeppelin nel 1974 – la Swan Song Records. L’impresa – gestita dal manager Peter Grant – si sciolse nel 1983 a seguito della fine della band e di alcuni problemi di salute di Grant stesso.

 

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.