gtag('config', 'UA-102787715-1');

Led Zeppelin, il grande omaggio fatto a Jimi Hendrix il giorno dopo la sua morte

Il 18 settembre del 1970 ha caratterizzato, per la storia della musica, un momento incredibilmente tragico che è stato ricordato – e che ancora oggi si ricorda – come una delle date più tristi di sempre nell’ambito della storia della musica. La morte di Jimi Hendrix, a soli 27 anni, ha caratterizzato uno shock nella storia della musica, anche in tutte quelle realtà artistiche e musicali che potevano essere lontane o che non avevano condiviso nulla con il chitarrista statunitense: tra queste c’è quella dei Led Zeppelin che, nonostante la mancanza di un qualsiasi tipo di rapporto con Hendrix, decisero di realizzare uno splendido omaggio a Jimi Hendrix il giorno successivo alla sua morte.

That’s The Way, il brano dei Led Zeppelin presente in Led Zeppelin II

Prima di prendere in considerazione la dedica che i Led Zeppelin fecero a Jimi Hendrix nel giorno successivo alla sua morte, è opportuno sottolineare che cosa sia That’s The Way, brano presente all’interno di Led Zeppelin II e fondamentale, oltre che centrale, nell’ambito della dedica di cui vi abbiamo precedentemente fatto menzione.

La canzone, come la maggior parte di quelle presenti all’interno del secondo album in studio della formazione britannica, è una traccia acustica, scritta da Jimmy Page e Robert Plant nel 1970, prima del ritiro nel cottage Bron-Yr-Aur, nel Galles. Il brano, che originariamente doveva intitolarsi “The Boy Next Door”, riflette sulla situazione dei primi tour americani della band, in cui i membri della formazione erano discriminati per il loro aspetto, attraverso la metafora di un giovane ragazzo che non può fare amicizia con un suo coetaneo, a causa del giudizio dei suoi familiari.

Lester Bangs, del Rolling Stone, ha parlato con toni piuttosto lodevoli della canzone dei Led Zeppelin, spiegando come sia stata la prima canzone che l’abbia commosso. Il motivo di questa grande emozione non risiede soltanto nel testo della canzone, ma anche nella sua realizzazione prettamente strumentale. AllMusic, non a caso, la definisce come “una delle ballate più belle dei Led Zeppelin (nella vera tradizione della ballata popolare)”

L’omaggio dei Led Zeppelin a Jimi Hendrix il giorno dopo la sua morte

A proposito di Stati Uniti, i Led Zeppelin si esibirono al Madison Square Garden di New York il giorno dopo la morte del chitarrista statunitense. La formazione britannica, che si rapportò ad un palco certamente poco significativo, decise di dedicare That’s The Way alla memoria di Jimi Hendrix, dopo aver introdotto il brano con alcune dichiarazioni che emozionarono e non poco il pubblico americano. Qualche giorno dopo la formazione fu intervistata e, pur parlando preponderantemente del rapporto artistico con i Beatles, si soffermò su quel grandissimo shock che aveva provato a seguito della morte di Jimi Hendrix.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.