gtag('config', 'UA-102787715-1');

Led Zeppelin, Jimmy Page: “Ecco quanto impiegammo per incidere il primo album”

I Led Zeppelin sono stati una Rock Band incredibile. La loro opera è delle più prestigiose e, ancora oggi, le scene musicali risentono del loro apporto. Quando il gruppo marcò il suo esordio, del resto, venne considerato quasi all’unanimità come il principale fautore di un genere che, in pochissimo tempo, cambiò per sempre il volto della musica suonata. Parliamo ovviamente dell’Hard Rock; movimento di punta negli anni d’oro in cui convergevano le discografie degli artisti più eclettici impegnati sul panorama di quel periodo. I Led Zeppelin innescarono una delle rivoluzioni socioculturali più significative per la seconda metà del ‘900, a partire dalla loro subitanea ascesa nel gota delle leggende della musica. La band di Jimmy Page marcò il suo ingresso in scena con un primo, omonimo, album tanto iconico quanto il nome stesso della band.

Led Zeppelin I fu un album da record sotto moltissimi aspetti. Ancora oggi, le storie riguardo la realizzazione del disco continuano a sbalordire migliaia di persone. Di recente, il leggendario chitarrista dei Led Zeppelin ha rivelato ai microfoni di Rolling Stone in quanto tempo, la band, abbia concluso le incisioni per il suo primo, formidabile, album. In quest’articolo, abbiamo riportato le sue parole.

Jimmy Page parla del primo album dei Led Zeppelin

Riguardo le sessioni d’incisione che hanno portato i Led Zeppelin alla realizzazione del loro primo album, Jimmy Page ha effettuato alcune dichiarazioni sorprendenti, capaci di lasciare sbigottito anche l’intervistatore. Il chitarrista, infatti, ha affermato che la band avesse impiegato circa trenta ore per realizzare l’intero disco. Ricordiamo che gli Zeppelin sancirono il loro ingresso sulle scene britanniche nel marzo del 1968. Riguardo le registrazioni dell’album, Page ha detto: “Trovo molto interessanti i nostri primi tempi in studio. Registrammo Led Zeppelin I negli orari di chiusura dello studio, verso le 22 o, a volte, le 23. All’epoca non eravamo la band che saremmo diventati l’anno successivo, eppure riuscimmo a lavorare con una certa efficienza, perpetuando la nostra etica del lavoro anche dopo aver fatto successo”.

Il riscontro del disco all’uscita

Successivamente, la leggenda della sei corde, ha parlato dell’effetto che il primo album dei Led Zeppelin ebbe sulle persone quando venne rilasciato. In particolare, Page ha spiegato che i brani del disco di debutto della band venissero suonati dalle radio underground delle coste degli Stati Uniti. In quel modo, ha affermato il chitarrista, i club in cui ebbero modo di esibirsi per promuovere l’album, venivano riempiti da un pubblico in visibilio, rimasto esterrefatto all’ascolto delle tracce in radio. Infine, Jimmy Page ha rimarcato l’importanza del secondo album dei Led Zeppelin per la loro affermazione nell’immaginario collettivo. L’icona della chitarra Hard Rock, infatti, ha spiegato che, se il primo album avesse visto i Led Zeppelin in preda ad un impeto creativo irrefrenabile, il secondo avrebbe profondamente risentito dell’euforia provata dalla band on the road.

 

 

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (email:claudio190901@gmail.com)