gtag('config', 'UA-102787715-1');

Led Zeppelin: la classifica degli album della band in ordine di grandezza

Stilare una classifica non è mai un compito semplice, in particolar modo poi se stiamo trattando una band di fama mondiale come i Led Zeppelin. La band britannica, nata nel 1968, ha pubblicato infatti una serie di album considerati ancora oggi come i più rappresentativi del genere hard rock e, scegliere quale sia il migliore e quale il ‘peggiore’, non è certo un compito facile. In questo articolo cercheremo di classificare, insieme a voi, gli album dei Led Zeppelin in ordine di grandezza. Naturalmente, ripetiamo ancora una volta, stilare una classifica di qualsiasi genere non è mai un compito semplice e, nella maggior parte dei casi, le scelte sono dettate da gusti prettamente personali. Detto questo, andiamo a scoprire insieme questa speciale classifica!

In Through the Out Door

In Through the Out Door – ottavo album della band britannica- fu registrato tra il novembre e il dicembre del 1978 in Svezia e pubblicato nel 1979. Stando poi alle dichiarazioni dei membri del gruppo, il titolo era un riferimento al difficile momento che stava attraversando la formazione.

Coda

Nono ed ultimo album dei Led Zeppelin, Coda fu pubblicato dalla band britannica due anni dopo lo scioglimento ufficiale e, quindi, due anni dopo la morte del batterista John Bonham. I Led Zeppelin cercarono di raccogliere tutte le ultime forze e tutta la musica del loro massimo splendore, riconfezionando il tutto in un nuovo album.

Presence

Passiamo ora al settimo album in studio della band britannica: Presence. Pubblicato il 31 marzo del 1974, l’album in questione fu quasi stroncato dalla critica che, paragonandolo al più fortunato “Physical Graffiti“, lo definì come ‘una caduta di stile da parte dei Led Zeppelin‘.

Houses of the Holy

Quinto lavoro discografico dei Led Zeppelin -pubblicato il 28 marzo del 1973 Houses of the Holy fu inciso dai Led Zeppelin in un periodo estremamente fiorente. Il successo dell’album in questione fu merito anche e soprattutto dello studio mobile dei Rolling Stones e del tecnico del suono Ed Kramer.

Physical Graffiti

Da questo momento in poi il compito diventa leggermente più difficile. Physical Graffiti, sesto album in studio dei Led Zeppelin, è sicuramente uno dei più grandi successi discografici della band britannica.

Led Zeppelin

Led Zeppelin, l’album di debutto, il disco omonimo della band britannica -pubblicato il 12 gennaio del 1969– è considerato da molti come una vera e propria pietra miliare nella storia del rock, nonché uno dei miglior album di tutti i tempi.

Led Zeppelin III

Terzo disco della formazione britannica, Led Zeppelin III si apre con un brano imponente e veramente hard rock:Immigrant Song. Per il resto l’album accorpa il blues del primo album e l’hard rock del secondo, anticipando così il sound di quel che sarà Led Zeppelin IV.

Led Zeppelin II

Led Zeppelin II è, naturalmente, il secondo disco in studio della band britannica. Pubblicato nel 1969, l’album raggiunse la prima posizione nella classifica Billboard 200 per sette settimane di seguito e contiene uno dei più grandi successi dei Led Zeppelin:Whole Lotta Love‘.

Led Zeppelin IV

Giungiamo ora all’ultimo disco di questa speciale classifica: Led Zeppelin IV. Probabilmente il più grande successo discografico della formazione britannica, Led Zeppelin IV -partendo dalla copertina e finendo al sound vero e proprio- è un album meraviglioso, una pietra miliare della musica mondiale. All’interno due dei più grandi brani della storia del rock: “Stairway to Heaven” e “Black Dog“.

Share

Simone Esposito: studente e amante della musica in tutte le sue sfumature. Articolista esperto e aspirante critico musicale. Appassionato di cinema, letteratura e arte (in tutte le sue forme). (es.simone@libero.it)