gtag('config', 'UA-102787715-1');

Led Zeppelin, quella volta che Lenny Kravitz cantò Whole Lotta Love

Andiamo a recuperare insieme quella volta che Lenny Kravitz cantò Whole Lotta Love, una delle canzoni più famose dei Led Zeppelin. Ovviamente il gruppo di Jimmy Page e di Robert Plant era già finito e Lenny Kravitz nel 1980 (anno della fine del gruppo inglese) era ancora molto giovane. Ma allora a quando risale questa cover così bella e particolare? Torniamo indietro di 8 anni, precisamente nel 2012, in occasione del 35th Kennedy Center Honors. Durante questo evento vennero premiati proprio i Led Zeppelin per il loro valore artistico e musicale così importante per il mondo del rock.

L’emozione di Lenny Kravitz nel fare la cover

Tra le altre cose, la performance venne effettivamente registrata e la potete vedere cliccando qui. Ancora Lenny Kravitz non aveva la folta capigliatura che ha oggi con i suoi bei e voluminosi dreadlocks, aveva i capelli corti. Ma a parte questi dettagli estetici che poco ci interessano, come è stata quella volta che Lenny Kravitz cantò Whole Lotta Love? Il chitarrista e cantante statunitense ha davvero reso onore alla canzone in questione e ai Led Zeppelin oppure no? Considerate sempre che Robert Plant, Jimmy Page e John Paul Jones lo stavano guardando dal vivo e quindi un po’ di emozione ci deve essere stata per forza.

Una versione incredibile e ben riuscita

Ebbene, si percepisce chiaramente che Lenny ha sentito il momento ed era decisamente emozionato. Ma ciò è durato pochissimo, subito dopo aver visto il sorriso di Jimmy Page dalla platea che ha notato subito Lenny Kravitz. D’altra parte invece Robert Plant sembrava stranamente serio. Non appena si sente il riff (e questa cosa vale un po’ per tutti gli appassionati di rock e dei Led Zeppelin) però tutto cambia. Anche Lenny Kravitz si sente chiaramente in fortissima per fare questa cover del brano e la porta a casa con grandissima classe e grandissimo charme. Il cantante statunitense ha scelto di cantare un tono sotto quello di Robert Plant dell’epoca ma poco cambia.

Il bravo chitarrista di Lenny Kravitz Craig Ross

Particolar nota di merito va allo storico chitarrista e collaboratore di lunga data di Lenny Kravitz Craig Ross. Nonostante sia uno dei chitarristi contemporanei meno considerati da tutti quelli che fanno la lista dei migliori chitarristi del giorno d’oggi, Craig Ross è decisamente bravo. Il fatto di aver inserito a un certo punto un particolare effetto whawha molto “alla Jimi Hendrix” dà un tono decisamente unico alla versione di Lenny Kravitz. Se poi andiamo ad ascoltare anche il suo assolo quasi improvvisato siamo al top della forma, sia per il chitarrista stesso che per l’intero arrangiamento.

Il grande contributo di Craig Ross

Craig Ross è praticamente da sempre un collaboratore dii Lenny Kravitz, un vero e proprio braccio destro. Proprio con lui Lenny fece il suo disco più famoso “Are You Gonna Go My Way”. Con il tempo il chitarrista lo ha seguito un po’ ovunque ma ha collaborato anche con altri artisti come Sheryl Crow, Mick Jagger, B.B. King, Eric Clapton, e tanti altri. Mica male.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.