gtag('config', 'UA-102787715-1');

Quella volta che il batterista dei Led Zeppelin interruppe un concerto dei Deep Purple

Trovare degli screzi nel panorama musicale non è così difficile come sembra. Molte band si sono ritrovare a gestire attriti e litigi, dovuti ad incomprensioni o a gesti di un certo peso. Gli anni Settanta furono per certi versi come dei catalizzatori per questi avvenimenti, perché obiettivamente segnano – in media – il maggior periodo di fermento musicale. Potrebbero essere diversi i casi da citare, ma uno dei più curiosi riguarda quello fra i Deep Purple e Led Zeppelin, per essere precisi, uno dei loro membri, il leggendario batterista John Bonham. 

Il successo di entrambe le band

Led Zeppelin furono cruciali per il panorama musicale di quel periodo, naturalmente, in senso positivo. Il frontman, Robert Plant, incarna qualcosa di nuovo rispetto a ciò che il tempo aveva offerto. Il prog rock di quegli anni viene quindi “spazzato” via da qualcosa di molto più crudo, molto più ruvido. I loro concerti erano condotti all’insegna dell’adrenalina e Plant sapeva sicuramente dare al pubblico ciò che desiderava. Accanto a sé il famoso Jimmy Page John Bonham, colui che ha apportato una rivoluzione nel mondo dei batteristi. Dall’altro lato i Deep Purple, enigmatici, potenti. Riuscirono addirittura ad entrare in un primato perché durante il loro concerto alcuni persero coscienza, a causa dei decibel troppo alti. Le novità che apportarono furono veramente molte, dalle canzoni che duravano di più, agli assoli.

Il battersita dei Led Zeppelin sul palco dei Deep Purple

L’assetto della formazione dei Deep Purple fu soggetto ad una serie di vari cambiamenti. Ian Gillan ebbe dei periodi di stacco, ma finora risulta essere il cantante ufficiale, per esempio. Vi fu però un cambiamento particolare che riguardò il chitarrista. Blackmore abbandonò il gruppo fra il 1975 e il 1976 la band decise di prendere come sostituto Tommy Bolin, il quale aveva avuto già diverse esperienze in ambito musicale. E’ proprio durante questi anni che in un concerto dei Deep Purple successe qualcosa di davvero bizzarro, per via del batterista dei Led Zeppelin. John Bonham, ebbe l’idea di salire sul palco e di fare un po’ di “scena”. Coloro i quali sorvegliavano la zona non furono il grado di fermalo, mentre lui stava prendendo un microfono e stava dirigendosi verso il palco. Una volta arrivato lì non solo si presentò citando anche il nome della band di cui faceva parte, ma decise di promuovere il loro nuovo album, Presence. Subito dopo però si rivolse verso Tommy Bolin e lo accusò di non essere in grado di suonare niente. Questo suo gesto è sempre stato ricordato, tanto da essere citato in diverse riviste.

Share

Maria Geraci, 1999. Laureata in lettere moderne e studentessa magistrale di letteratura, filologia e linguistica italiana. Appassionata di rock, grunge e cantautorato. Ferrata nella stesura di articoli e aspirante scrittrice. (mariageraci9@icloud.com)