gtag('config', 'UA-102787715-1');

Led Zeppelin, quella volta che Robert Plant aveva scordato il testo di Stairway to Heaven

Capita un po’ a tutti di dimenticarsi il testo di una canzone, soprattutto se è stata scritta proprio da quella persona. Considerate se siete magari di fronte a migliaia e migliaia di persone, il vostro fisico è stanco e magari è pure condizionato da alcol e droga. È facile dimenticarsi dei vari pezzi di testo, anche se si tratta di una delle canzoni più famose della storia della musica rock. Oggi vi raccontiamo di quella volta che Robert Plant dei Led Zeppelin aveva scordato il testo di Stairway to Heaven e purtroppo succede anche ai migliori. Vediamo insieme cosa era successo quel giorno.

Come fare quando ci si dimentica il testo?

Era durante il tour del 1972 fino al 1973 e il manager dei Led Zeppelin, Peter Grant, era sicuro che sarebbe andato tutto per il meglio in quel concerto. Evidentemente non aveva considerato l’errore umano di Robert Plant che di lì a breve si sarebbe scordato, proprio durante il concerto, il testo di Stairway to Heaven. Pensate a come si sarebbe potuto rimediare in quegli anni in cui non c’erano “gobbielettronici in cui poter vedere il testo. I cantanti spesso hanno un leggio con i testi, ma figuratevi se un rocker come Robert Plant avrebbe mai potuto usarlo. Figuratevi voi. Cosa fare allora?

L’aneddoto sul manager Peter Grant

Ecco che qui, in questa occasione, entra veramente in gioco Peter Grant. Fu proprio lui ad aiutarlo con le parole giuste della canzone. Robert Plant ricorda: “So che è una canzone lunga e famosa e mi ricordo di aver avuto diversi problemi a ricordarmi le parole della canzone nel 1972 e 1973. Il nostro manager, che aveva una personalità abbastanza forte era arrivato davanti al palco nel bel mezzo di tutto il concerto con il testo. Era un po’ quello che faceva Bob Dylan nel video di ‘Subterranean Homesick Blues’… Comunque, è stato molto divertente. Non riesco a ricordare quale parte di preciso. Era quella riguardo a ‘bustle in the hedgerow’” e poi avanti con il brano.”

“Non la canto più”

Pensate che Robert Plant nel 1988 ha dichiarato di essere stanco di cantare e suonare nei concerti Stairway to Heaven. Molti di voi potrebbero chiedersi il motivo di questa scelta dato che si tratta della canzone più famosa dei Led Zeppelin e che da sola vale il prezzo del biglietto di un concerto. I motivi sono un po’ diversi e non sarebbe perché non ce la fa più vocalmente, in quanto si può adattare benissimo qualche tono sotto. Per Plant, non sarebbe più la stessa cosa e non la sentirebbe più sua. Va detto che alla Reunion della band nel 2007, lui la cantò lo stesso.

L’idea di partenza di Jimmy Page

Jimmy Page disse che l’idea di Stairway to Heaven era quella di avere un pezzo di musica vero e proprio, un brano eterno, una canzone che si sarebbe dovuta sviluppare su più strati concettuali. In poche parole, doveva essere una canzone evoluta, particolare, insolita sotto diversi punti di vista. Non doveva essere solo una canzone solo bella da sentire e che ti faceva piangere (come una ballad) ma essere anche sperimentale, per
distruggere tutti gli schemi mentali. Dite che ci sia riuscito a fare quello che voleva? Noi diciamo di sì. 
Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.