Linkin Park: donna salva un uomo dal suicidio citando i versi di “One More Light”

Ormai è risaputo: la musica ha un potere straordinario su di noi. Potere di espressione, di comunicazione, di elevazione spirituale e di crescita personale. Il potere della musica è, molto spesso, legato anche e soprattutto al testo. E, come dimostra questa storia che racconteremo, non esiste male che una canzone non possa combattere.

“One More Light”: la canzone che ha dissuaso l’uomo dal suicidarsi

Negli Stati Uniti, per la precisione in Florida, una donna è riuscita a dissuadere un uomo in procinto di suicidarsi. Come? “Semplicemente“ citando i versi della  canzone dei Linkin Park, One More Light.

La donna in questione, Cristina Settani, guidava tranquillamente lungo la statale 408, quando all’improvviso ha notato un uomo seduto sul cornicione di un cavalcavia in procinto di buttarsi giù. Cristina, preoccupata, ha fermato subito l’auto e ha raggiunto l’uomo per cercare di aiutarlo. Si è seduta affianco a lui e, con calma, ha iniziato a parargli, cercando di capire quali fossero i motivi di quella scelta così drastica. Per impedire che l’uomo compiesse quell’insano gesto, Cristina ha citato alcuni versi della canzone One More Light dei Linkin Park: “Who cares if one more light goes out? Well, I Do.” ( “A chi importa se un’altra luce si spegne? Beh, a me importa.”)

L’intervento tempestivo di Cristina Settani

“Mi sono preoccupata perché ci sono passata anche io e so cosa si prova. Quell’uomo aveva solo bisogno di qualcuno che gli dicesse qualcosa di confortante, che si preoccupasse per lui, qualcuno che gli mostrasse vicinanza.” Ha spiegato Cristina Settani, che poi ha aggiunto: “Probabilmente quel verso della canzone l’ha colpito particolarmente, perché subito dopo è scoppiato a piangere…”

Poco dopo, in seguito a diverse segnalazioni al 911, si è recata sul posto anche la polizia locale per cercare di risolvere la situazione. Gli agenti, stupiti, hanno trovato Cristina che continuava a parlare in modo calmo all’uomo, fianco a fianco sul cavalcavia. Fortunatamente questa storia si è conclusa con un lieto fine, grazie all’intervento di Cristina e alla musica, che continua ad essere un’ancora di salvezza per tutti noi.

Share

Simone Esposito: studente e amante della musica in tutte le sue sfumature. Articolista esperto e aspirante critico musicale. Appassionato di cinema, letteratura e arte (in tutte le sue forme). (es.simone@libero.it)