gtag('config', 'UA-102787715-1');

Lucio Battisti: i 5 migliori dischi

Lucio Battisti è universalmente riconosciuto come uno tra i migliori cantanti ed autori della storia della musica leggera italiana. Con successi come: “Acqua Azzurra, Acqua Chiara”, “Il mio canto Libero”, “Dieci Ragazzi”, “Emozioni” o “29 Settembre”, solo per citarne alcuni, è stato capace di scalare le classifiche italiche. Non ha conquistato solo la vetta delle hit parade, ma anche il cuore di milioni di italiani, che a distanza di anni, anzi decenni, ancora sanno a memoria le sue canzoni.

La carriera di Battisti si può dividere in due macro gruppi. Un primo in cui si ride collaborare con Mogol, ed un secondo in cui fu Pasquale Panella ad occuparsi dei testi. Questi due periodi si distinguono piuttosto nettamente per le tematiche trattate, nonché per il tipo di poetica espressa. Ciò non di meno gli album di entrambi i gruppi sono di un altissimo livello Vediamo dunque cinque tra i migliori album di Lucio Battisti, qui esposti in ordine cronologico.

“Emozioni” – 1970

Apriamo le danze con “Emozioni” pubblicato nel 1970 dalla Ricordi. Si tratta del primo album di Lucio Battisti a raggiungere il primo posto delle classifiche, dove stazionò per due settimane, non consecutive, tra il gennaio ed il febbraio dell’anno successivo a quello di pubblicazione. Il disco contiene dodici canzoni, tra cui alcune delle più celebre del cantante, tra cui le già citate “Emozioni”, “Dieci ragazze” ed “Acqua Azzurra, Acqua Chiara”.

“Il Mio Canto Libero” – 1972

Pubblicato nel 1972 dall’etichetta Numero Uno, “Il Mio Canto Libero” è il settimo album in studio pubblicato dal cantante di Poggio Bustone. Anche questo disco raggiunse il primo posto in classifica, restandoci per un totale di undici settimane, sempre non consecutive, tra il gennaio e l’aprile del 1973. Il brano rimasto più nella memoria collettiva è quello che da il nome all’interno album, ossia “Il Mio Canto Libero”.

“Anima Latina” – 1974

“Anima Latina” è l’album che molti giudicano come il migliore di Lucio Battisti, malgrado non goda della stessa popolarità di molti altri. Pubblicato all’apice del successo del cantante, rispetto ai lavori prudente va controcorrente, mettendo in luce l’anima artista del compositore. Come gli album già citati, anche questo raggiunse il primo posto in classifica per una settimana e diventando addirittura, a fine 1975, l’album più venduto dell’album in Italia.

“Una Donna Per Amico” – 1978

“Una Donna Per Amico” si tratta del tredicesimo album di Lucio Battisti, pubblicato nell’ottobre 1978. A fine anno risultò essere il quarto album più venduto in Italia, anche grazie alle quattordici settimane consecutive spese al primo posto in classifica. L’album fu registrato in Regno Unito, sotto la direzione del direttore artistico Geoff Westley. È con tutta probabilità l’album più raffinato di Battisti, caratterizzato da un sound funk.

“Don Giovanni” – 1986

“Don Giovanni” è il primo album in cui Lucio Battisti viene affiancato da Pasquale Panella in qualità di paroliere. L’album uscì nel marzo 1986 dopo ben tre anni di silenzio. Questo periodo servì a rinnovarsi, non solo da un punto di vista del suono, ma anche per quanto riguarda i testi. Quelli di Panella sono infatti molto particolari, ricchi di doppi sensi, nonché di giochi di parole. Nonostante questi massicci cambiamenti l’album ottenne un buon successo, arrivando al primo posto in classifica per una settimana, ed essendo il terzo album più venduto in Italia nel 1986.

Share

Horus Black, al secolo Riccardo Sechi, nasce a Genova nel 1999 in una famiglia di musicisti classici. Appassionato di rock, soprattutto classic rock, cantante e musicista. Pubblica il suo primo album nel 2018. Indirizzo e-mail rsechi99@gmail.com