gtag('config', 'UA-102787715-1');

Lucio Battisti: La storia di Una Donna Per Amico

Una Donna Per Amico viene pubblicato nell’ottobre del 1978; frutto dell’idillio artistico tra Lucio Battisti e Mogol, che consacrò il nome del primo all’eternità. Sofisticato, elegante e meticolosamente orchestrato, Una Donna Per Amico viene da molti considerato come il punto più alto nella carriera condivisa dei due straordinari artisti che; ricordiamo, aver rivestito di nuovo lustro la cultura musicale italiana, attraverso uno slancio artistico visionario non indifferente. Ad oggi, Una Donna Per Amico rimane un classico senza tempo del panorama culturale nostrano; grazie a tematiche ed arrangiamenti che, resistendo all’inesorabilità del tempo, risultano sempre attuali.

Il successo di Una Donna Per Amico travolse Lucio Battisti subitaneamente. L’album irruppe in men che non si dica in vetta alle classifiche nazionali, rimanendo ben saldo al primo posto per ben quattordici settimane. Il disco vendette quasi un milione di copie. Rolling Stone Italia considera Una Donna per amico uno dei tre album italiani più belli del secolo ‘900. La copertina del vinile, che vedeva Battisti in compagnia di una donna in un bar all’aperto, sembra perfetta per rappresentare graficamente le atmosfere tessute dai tre brani che compongono l’album. Una Donna Per Amico comprende la celeberrima title track, Prendila Così e l’intramontabile Nessun Dolore. Se da un lato della copertina veniva custodito il disco, dall’altro era possibile leggere i testi ed i titoli delle tracce.

La storia delle canzoni di Lucio Battisti in Una Donna Per Amico

La title track del celeberrimo disco di Lucio Battisti parla del rapporto d’amicizia che il cantante coltiva con una donna che, pur rivelandosi come una sorta di porto sicuro nel quale potersi rifugiare nei momenti più bui, sembra rifiutare il suo amore. Il cantante tradisce le sue intenzioni apparenti, infatti, quando lei si innamora di un altro uomo e lui cerca di dissuaderla, dimostrando un sentimento di sana gelosia.

Il secondo brano, invece, intitolato Prendila Così, racconta della fine di un amore e di tutto il plesso emotivo che ne concerne. Il culmine di una storia lascia spesso feriti e, all’interno del brano, Lucio Battisti non si esenta dal provare emozioni profondamente contrastanti. Nonostante egli sia consapevole, infatti, che la sua relazione abbia raggiunto il capolinea; continua a sperare che, pur evitando di frequentare i luoghi in cui ritrovarla sarebbe più facile, lei possa ricomparire nella sua vita in un momento inaspettato. Possiamo definire, senza ombra di dubbio alcuna, formidabile, l’intervento di Derek Grossmith al sax in chiusura della traccia.

La canzone che chiude Una Donna Per Amico di Lucio Battisti è la meravigliosa Nessun Dolore. Possiamo interpretare il brano come una sorta di inno alla libertà. Il protagonista, infatti, dopo aver attraversato un turbine di emozioni contrastanti e struggimenti dovuti alla fine della sua storia, incappa nella donna che aveva amato; pronta a metterlo al corrente dell’amore ritrovato tra le braccia di un altro uomo. Lucio Battisti, però, canta la sua indifferenza e la sua insensibilità innanzi alla notizia, destando profondo clamore e confusione nel cuore e nella mente della donna. Come detto, Una Donna Per Amico rappresenta una pietra miliare della cultura musicale italiana. Il lascito di Lucio Battisti rimarrà, per cui, indimenticato.

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (Email:claudio190901@gmail.com)