gtag('config', 'UA-102787715-1');

Lucio Dalla, la storia di “Disperato erotico stomp”

Quale è la storia di “Disperato erotico stomp”? Si tratta di uno dei pezzi più particolari di Lucio Dalla, il grandissimo e speciale cantautore nativo di Bologna. Il pezzo venne scritto nel 1977 ed è un brano contenuto nel disco Come è profondo il mare. Ovviamente lo potete capire da soli, il titolo è volutamente provocatorio e auto ironico e, al contempo, autobiografico. Nonostante Lucio Dalla non fosse così noto per pubblicare testi del genere (anche se non è proprio così), questo pezzo è davvero particolarissimo. Ma che cosa racconta il brano? Vediamolo insieme, anche nel testo.

Cosa racconta il testo di questo capolavoro di Lucio Dalla

Il testo racconta gli incontri veramente strani e bizzarri dell’autore che viene idealmente considerato proprio Lucio Dalla? Ma cosa succede a questo povero autore? Beh, gli succede un po’ di tutto, è stato abbandonato dalla fidanzata e l’unica soluzione sembra essere quella di girare a caso per Bologna. E chi incontra? Prima una prostituta e poi un povero uomo berlinese che si è perso proprio per le vie di Bologna. Alla fine della fiera, il Nostro non vede soluzione, se non quella di ricorrere alla masturbazione. Pazzo, no? 

Il significato del titolo e la storia di “Disperato erotico stomp”

Molti critici musicali hanno considerato il testo come una canzone simbolo di una certa critica politica, in particolar modo a quella sinistra radical chic di fine degli anni Settanta. Il fatto è che il titolo è un po’ strano? Perché il Nostro dice “disperato“? Beh l’erotismo è sempre disperato, Viene considerato come l’ultima spiaggia, l’ultimo appiglio a cui aggrapparsi per non morire di tristezza o per non morire nel nulla. Quindi, l’aggettivo disperato è legato all’erotico e al mondo dell’erotismo. Ma arriva qui un’altra parola, ovvero stomp. Si tratta di un termine ironico, quasi divertente che porta l’ascoltare a dire “Massi, ho compassione, in fondo sembra quasi divertente”. 

Il ritmo jazz e gli elementi volutamente ambigui

Forse se questo pezzo lo avesse fatto David Bowie si urlerebbe al capolavoro. Ma sappiamo che gli italiani sono sempre bravi a criticare gli altri italiani e a non apprezzare a sufficienza alcune cose. Le parti ambigue sono moltissime e sono fatte volutamente per far scalpore e per far pensare. Il ritmo del pezzo è veramente “Dalliano“, con ripetuti riferimenti jazz, il genere preferito di Lucio Dalla, nonostante il ritmo sia divertente e rilassante, in qualche modo. Considerato che parla di masturbazione, ironico, no? Vi ricordate altri pezzi che parlano di questo argomento un po’ tabù allo stesso modo di Lucio Dalla?

Il genio di Lucio Dalla in una canzone erotica

Molti considerano Lucio Dalla un vero e proprio genio della musica italiana, ricordato ingiustamente solo per “Caruso” dal grande pubblico. Va detto che “Caruso” è una grandissima canzone e merita ogni plagio, ma siamo sicuri che anche “Disperato erotico stomp” sarà qualcosa di veramente sorprendente per gli ascoltatori. Noi vi invitiamo ad ascoltarla perché, di fatto, è una delle canzoni più particolari che parla veramente della masturbazione in modo simpatico.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.