gtag('config', 'UA-102787715-1');

Malcolm Young ha rivelato un incredibile segreto su Bon Scott e gli AC/DC

In quante occasioni ci si è ritrovati di fronte a segreti, aneddoti incredibili e dichiarazioni su una formazione o sui suoi membri? Queste situazioni possono essere generate dagli stessi membri di una band, dalla stampa o dalla critica che evidenzia alcune leggende che potrebbero invece passare in sordina, o da biopic o altri prodotti che mettono alla luce aspetti ed eventi, qualunque essi siano, per costruire il quadro globale di un artista o di una formazione. In questa occasione vogliamo parlarvi di un segreto che Malcolm Young ha rivelato, e che riguarda i primi AC/DC e Bon Scott. Il primo grande leader della band australiana è stato da sempre avvolto nel mistero, anche a causa della sua morte, e il fondatore della formazione ha voluto parlare di lui in una recente intervista.

La grande importanza di Bon Scott negli AC/DC

E’ impossibile negare la grande importanza che Bon Scott ha rivestito all’interno degli AC/DC, prima della grande tragedia che portò alla sua morte. Benchè la formazione australiana abbia ottenuto il grandissimo successo nella sua carriera dopo la morte di Bon Scott, con la pubblicazione di un album come Back In Black che ha battuto qualsiasi record, è pur vero che l’impronta del primo grande leader della band non può essere assolutamente negata.

Dal punto di vista culturale, sociale e artistico, Bon Scott ha dato molto alla band, costruendo radicalmente la sua impronta artistica e facendo sì che anche dopo la sua morte le ispirazioni fossero sempre le stesse. Basti pensare ad Hells Bells, il brano che si apre in tono funerario proprio in suo onore, o a You Shook Me All Night Long, che si dice sia stata indirizzata – lo afferma Brian Johnson – proprio dal primo grande leader della band australiana.

Il segreto su Bon Scott e sugli AC/DC rivelato da Malcolm Young

In una recente intervista, Malcolm Young ha deciso di rivelare segreti su Bon Scott e sui primi anni degli AC/DC, in linea con tutte quelle tendenze che hanno portato membri di una formazione o addetti ai lavori a parlare di membri di una band, artisti, grandi band e tanto altro ancora. Se a tutti potrebbe venire in mente Peter Freenstone, che ha lungamente parlato di Freddie Mercury e di tantissimi segreti che lo riguardano, non è certamente l’unico esempio che potrebbe essere mostrato, dal momento che – soprattutto di recente – sono tanti gli aneddoti e le leggende che si moltiplicano a proposito.

Per questo motivo, le dichiarazioni di Malcolm Young sembrano essere parte di una lunga trama e non così tanto improvvisate. Il fondatore degli AC/DC ha rivelato un segreto riguardante il primo grande leader della band, che aveva una considerazione particolare della band in questione.

Queste le parole di Young: “Bon [Scott] ci stava portando in giro in quel momento, e ci diceva per sempre di sbarazzarci del nostro cantante perché era una schifezza. Continuava a dire che gli sarebbe piaciuta una crepa […]. Un giorno gliel’abbiamo detto, ma non gli piaceva più. Quindi è tornato a dipingere navi”.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.