Marilyn Manson arrestato... ma per un malinteso

Marilyn Manson arrestato… ma per un semplice malinteso

Marilyn Manson arrestato: cosa ha combinato stavolta?

Una notizia che probabilmente non stupirà tutti. C’è chi commenterà la cosa con molta semplicità perchè, in fondo, notizie come queste ormai non stupiscono più di tanto. Marilyn Manson arrestato ormai non sembra più essere una grossa novità nel mondo della musica e dello spettacolo. Di guai il nostro Brian Hugh Warner ne combina tanti, la sua immagine è quello che è e basta poco per finire in manette. Ebbene, cosa avrà combinato questa volta Manson per finire in manette? Ha fatto togliere a qualcuno una maglia davanti a migliaia di persone? Certamente no, quello è già successo e non ha avuto ripercussioni negative. E’ andato in un programma televisivo e si è fatto un selfie con Gianni Morandi? Già successo anche questo, fa tuonare certamente, ma le manette non intervengono. Vediamolo insieme.

Il video di Marilyn Manson arrestato

Niente di tutto questo, Marilyn Manson arrestato per la prima volta non ha causato nulla di negativo. Anzi, è completamente stranito quando un agente di polizia lo ammanetta. Il tutto viene filmato e diffuso dallo stesso Manson attraverso il suo account di Instagram.

Un video dove si può vedere il tanto iconico personaggio essere arrestato per un motivo apparentemente inesistente. A quanto pare, quindi, il nostro Manson non ha nessuna colpa… così come ironicamente commenta proprio sotto a quello stesso video. E allora chi ha sbagliato? A quanto pare il tutto sembra essere soltanto un semplice malinteso. 

Il chiarimento del dipartimento di polizia

Che si creda o meno alle parole di Marilyn Manson, c’è – questa volta – da dar fiducia al nostro Brian Hugh Warner. Almeno per ora non è accaduto nulla, e nessun atto illegale è stato commesso da colui che viene ritenuto “il male”. Si è trattato semplicemente di un malinteso; Manson è stato ammanettato per sbaglio ma è stato rilasciato subito dopo. Il motivo? Senza il suo trucco di scena, a quanto pare, è stato difficile riconoscerlo. Così un agente di polizia è caduto nel tranello, arrestato il – almeno in quel momento – povero Manson.

Prontamente, è arrivato il chiarimento del dipartimento di polizia di Bangor Maine: “Nell’interesse di evitare un sacco di richiami, Marilyn Manson è stato ammanettato e rilasciato subito dopo. L’agente Curtis Grenier, che in genere ascolta solo Enya e un po’ di Oasis, stava lavorando nel backstage durante l’Impact Music Festival. Non ha riconosciuto Mr. Manson senza il suo trucco di scena, perciò ci scusiamo.

Più tardi, quando si è avvicinato a Rob Zombie, qualcuno ha sentito l’agente Grenier dire: “Non l’ho mai visto in The Walking Dead, quindi non so quale sia il problema. Grenier è stato esonerato dagli incarichi legati ai concerti per il prossimo futuro. Il capo ha stabilito che Grenier potrà lavorare dietro le quinte durante il ‘Lord of the Dance’ o qualsiasi cosa relativa alla Disney.”

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.