gtag('config', 'UA-102787715-1');

Marilyn Manson: perchè è conosciuto anche come ‘Il Reverendo’?

Torniamo oggi a parlare di uno dei personaggi più eccentrici e pittoreschi della storia del rock: Marilyn Manson. Marilyn Manson, frontman della band omonima, ha lasciato un’impronta indelebile nella storia della musica e, in questo articolo, cercheremo di soffermarci in particolar modo sull’origine di uno dei suoi soprannomi: ‘Il Reverendo‘.

L’infanzia traumatica di Marilyn Manson

Per capire la natura e la storia di questo artista così estroverso è necessario fare un passo indietro e tornare agli anni della sua adolescenza. Come raccontato dallo stesso Manson nella sua biografia “La mia lunga strada dall’inferno“, la sua infanzia fu piuttosto traumatica. L’artista, infatti, fu condizionato non poco dalla figura del nonno, zoofilo e masochista. E, in più, anche l’esperienza scolastica non fu delle migliori. ‘Il Reverendo‘ frequentò una scuola cattolica (che curioso caso del destino) dove però vigevano regole ben precise e i docenti erano parecchio severi.

In quella scuola c’era una vera e propria ossessione per la figura del Demonio e, molto spesso, i professori raccontavano storie allucinanti sull’apocalisse e l’anticristo. Ed è proprio in questo contesto che Marilyn Manson cominciò ad avvicinarsi a questo mondo.

Dopo aver lasciato la scuola Manson cominciò invece ad avvicinarsi al mondo della musica, prima intraprendendo la strada del giornalismo, poi fondando una band tutta sua. Insieme al suo amico e chitarrista Scott Putesky, il Reverendo fondò la cosiddetta “Marilyn Manson & The Spooky Kid” (accorciato poi nel 1992 in “Marilyn Manson”).

L’origine del nome ‘Il Reverendo’

Andiamo ora ad analizzare il nome d’arte scelto da Brian Warner: Marilyn Manson. Il nome è ‘semplicemente’ l’unione di due iconiche figure statunitense: Charles Manson -noto killer degli anni sessanta- e Marilyn Monroe, attrice e vera ed icona di stile.

Chi conosce almeno in parte la storia e la carriera di Manson saprà benissimo che l’artista è conosciuto da molti anche come ‘Il Reverendo‘. Dietro questo semplice soprannome si cela una storia molto interessante, una storia che ha dell’incredibile.

Tutto iniziò nel 1996: Mason, che si era già fatto conoscere per la natura dei suoi testi e per alcune dichiarazioni scottanti sulla figura di Satana e sulla chiesa, ricevette una chiamata da Anton Szandor Lavey, fondatore della Chiesa di Satana.

“Anton mi chiamò e disse che volevano che io diventassi il loro reverendo -ha spiegato Manson nella sua biografia- dopo un po’ di tempo mi portò anche un foglio che mi certificava come Ministro della Chiesa di Satana. Si, insomma, è stato un po’ come ricevere una laurea honoris causa da un’università.”

 

Share

Simone Esposito: studente e amante della musica in tutte le sue sfumature. Articolista esperto e aspirante critico musicale. Appassionato di cinema, letteratura e arte (in tutte le sue forme). (es.simone@libero.it)