gtag('config', 'UA-102787715-1');

Metallica: “È difficile scrivere nuove canzoni senza James Hetfield perché…”

I Metallica hanno detto: “Il nostro ultimo tour è stato incredibile ma il meglio deve ancora venire!”. C’è da crederci? Assolutamente sì. Non tutto però è andato per il meglio, anche perché James Hetfield, storico cantante e leader, era rientrato in riabilitazione per la sua dipendenza dall’alcol. Il gruppo ha pubblicato il loro ultimo disco a fine agosto di questo difficilissimo 2020. Si tratta di un disco particolare, un disco che racchiude tutti i più grandi successi della band riarrangiati in maniera sinfonica. La band ha deciso anche di pianificare diversi concerti negli stadi in Australia e Nuova Zelanda. Il vero problema è James Hetfield. La band ha detto che è difficile scrivere canzoni senza James Hetfield.

Lo shock di andare avanti dopo il Covid senza James Hetfield

“Per i fan affrontare tutto questo è stato un vero shock, un fermo ricordo che anche la più grande band metal del mondo non è imbattibile. Per i Metallica e quindi per noi è stata una forte e improvvisa perdita di spinta e del controllo delle nostre emozioni”, ha detto Kirk Hammett. Ovviamente il chitarrista si riferisce al fatto che la band ha dovuto fermare per forza le pianificazioni delle esibizioni live e dei concerti a causa dell’epidemia del coronavirus. Tutto ciò è venuto solo dopo la decisione di James Hetfield di rientrare in riabilitazione, dopo moltissimi anni, per affrontare la sua pesante dipendenza dall’alcol.

I problemi di James Hetfield e le dipendenze

La band intera, soprattutto Lars Ulrich, ha detto: “Non ci aspettavamo per nulla tutto questo. James Hetfield sembrava che stesse bene, ma poi ci si guarda indietro nel tempo e si cerca di vedere la situazione nel tempo e non ci sono solo cose positive. Stare sulla cresta dell’onda è sicuramente molto complicato e anche per James lo è stato. Arrivare in cima al mondo e stare di fronte alle persone di tutto il mondo e stare sul pezzo, mentre la famiglia non è con te a supportarti, non è sempre. Si accumula tutta la pressione ed è difficile”.

La parole di Lars Ulrich e la vulnerabilità dei Metallica

Lars Ulrich ha ammesso che c’è una forte vulnerabilità nell’animo dei Metallica, da sempre. Ha detto: “Sono consapevole del fatto che la band ha sempre avuto una certa fragilità e indossiamo con orgoglio quel lato umano. Siamo sempre stati a nostro agio nel parlare delle nostre vulnerabilità”. Indubbiamente per i Metallica è difficile scrivere canzoni senza James Hetfield in questo periodo, impegnato in una battaglia personale decisamente più grave. Va comunque detto che anche una delle band più durature e grandi del mondo ha i suoi problemi, come ogni gruppo.

Il futuro radioso dei Metallica

Il futuro dei Metallica sembra essere decisamente radioso e felice però. La band ha iniziato un progetto di scrittura molto più profondo e basato sulla totale collaborazione e il gruppo sembra essere molto felice di questo. Non ci resta che aspettare il futuro e sentire un prossimo album dei Metallica, sperando che a breve torni anche James Hetfield al massimo delle sue capacità.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.