gtag('config', 'UA-102787715-1');

Michael Jackson, Come la musica del re del pop ha aiutato il mondo

Sappiamo tutti che spesso la musica può aiutare non solo a tenerci compagnia semplicemente, ma anche facendo di più. Moltissimi artisti hanno aiutato il mondo con le loro canzoni, acquisendo non semplicemente una grande popolarità, ma anche una grande importanza. Tra questi indubbiamente Michael Jackson. Questo artista non è il re del pop per una casualità, ma perché ha in qualche modo rivoluzionato il mondo della musica. In realtà, il lavoro musicale di Michael Jackson non è assolutamente da considerarsi solo alla luce della sua influenza in quell’ambito. Si tratta di uno dei maggiori filantropi che sono anche artisti, che ha sensibilizzato attraverso la sua musica in molti modi.

Ha sensibilizzato sull’ambiente

Michael Jackson ha dedicato all’ambiente diversi brani, i più famosi Earth Song e Heal the world. La prima ha mostrato le conseguenze delle nostre azioni sull’ambiente, prima ancora che di questi tempi se ne parlasse così tanto. Jackson ha voluto porre l’accento sulla bellezza della natura così senza coscienza rovinata dalle nostre azioni. Il video è uno dei più intensi della carriera dell’artista. Non si tratta semplicemente di una canzone, ma di un quadro estremamente veritiero di una realtà da noi amaramente provocata.

What about sunrise
What about rain
What about all the things that you said
We were to gain
What about killing fields
Is there a time
What about all the things
That you said were yours and mine?

Ha usato la musica per raccogliere denaro

Diciamo che questo aspetto appartiene a moltissimi artisti. Concerti di beneficenza, iniziative e quant’altro sono assolutamente promossi da moltissimi personaggi famosi. Tuttavia, bisogna ammettere che il re del pop ha investito tempo e denaro in maniera diversa da tutti gli altri. Prima di tutto con la canzone We are the world, che come sappiamo scrisse insieme a Lionel Richie. Una iniziativa senza precedenti.

Ci ha insegnato a fare un cambiamento

Sembra una cosa banale, ma dalla musica di Michael Jackson si può comprendere cosa possiamo fare per il mondo. Quando già in We are the world ci veniva detto che siamo noi il mondo questo era chiaro, ma nelle sue canzoni “umanitarie” Jackson ha sempre espresso come siamo noi a dover fare il primo cambiamento, il primo passo in avanti verso gli altri. Quello che dipinge nella sua musica è forse un mondo idilliaco, in cui amicizia e fratellanza primeggino, tuttavia per quanto utopistica tale versione della vita può rappresentare una speranza ed un modo di esistere. A questo proposito è significativo il discorso che tenne il re del pop nel 2002 in uno stadio ad Exeter, di cui riportiamo un estratto:

Dobbiamo imparare a vivere e ad amarci l’un l’altro prima che sia troppo tardi. Dobbiamo smetterla! Dobbiamo fermare il pregiudizio, dobbiamo fermare l’odio, dobbiamo smetterla di vivere nella paura del nostro vicino. […]
Insieme possiamo cambiare il mondo. Insieme possiamo contribuire a fermare il razzismo. Insieme possiamo fermare il pregiudizio e aiutare il mondo a vivere senza paura. Questa è la nostra unica speranza. E senza speranza, siamo perduti.
Share

Laureata in Lettere moderne ed in Filologia moderna. Siciliana doc, docente, copywriter. Ha pubblicato un saggio dal titolo "Dietro lo specchio, Oscar Wilde e l'estetica del quotidiano" e scrive per diversi siti di divulgazione culturale. Ama la letteratura, il cinema, il teatro, l'arte e naturalmente la musica (ha studiato teatro musical per quattro anni), in particolare il rock, il symphonic metal, il cantautorato italiano e i musical.