gtag('config', 'UA-102787715-1');

Michael Jackson, Arriva la nuova edizione italiana della sua biografia

Michael Jackson è scomparso nel 2009 ed ancora sono tantissimi i nuovi fan che scoprono la sua musica. Infatti, il suo repertorio già lodatissimo ha avuto un’enorme visibilità dopo la sua morte. Tantissime canzoni sono state riproposte in radio, trasmessi più volte i suoi concerti. Anche se il re del pop non c’è più, si continua inevitabilmente a parlare di lui. Questo in quanto un personaggio del genere sicuramente non è facile da dimenticare, avendo rivoluzionato il mondo dell’intrattenimento e della musica per sempre. Attorno alla figura di questo grande artista, però, non sono mancate le polemiche. Anche per questo nel 1988, quando in realtà quelle polemiche erano solamente all’inizio, Michael Jackson scrisse una biografia che chiamò Moonwalk, di cui si sta tornando a parlare.

La nuova edizione italiana della biografia di Michael Jackson

A dispetto del grande pubblico che Michael Jackson continua ad avere, la sua biografia è però da anni fuori catalogo. La buona notizia per tutti i fan è che oggi 12 Novembre 2020 è uscita una nuova edizione di Moonwalk, grazie alla casa editrice EPC Editore in partnership con il Fan Club italiano del cantante, Michael Jackson FanSquare, che hanno infatti riservato ai loro membri uno speciale sconto e anche dei gadget in omaggio. Sarà possibile allora riscoprire questo libro, che Michael Jackson scrisse insieme con Robert Hilburn e Stephen Davis per poter finalmente esprimere la sua personalità. In questo libro, il re del pop ripercorre tutta la sua vita fino a quel momento. Da questa lettura è possibile comprendere molto della sua personalità, del suo modo di concepire la musica e delle sue amicizie. Già dal titolo si deduce come il centro sia naturalmente la sua chiacchiera, volendo rimandare all’iconico passo che ha consacrato il suo successo.

Conoscere il re del pop

Moonwalk è un viaggio attraverso successi, passioni, incertezze e fragilità dell’artista. Infatti, spiega la difficile esperienza musicale iniziale che Michael Jackson ebbe con i fratelli, anche se la ricorda con affetto come band di famiglia, i Jackson 5. Tuttavia, si palesa la sofferenza di aver dovuto rinunciare all’infanzia, che ritroviamo in molte sue canzoni, come Childhood. Parla poi del suo rapporto con Diana Ross, di come si sia avvicinato alle arti, come alla pittura, anche grazie a lei. Naturalmente notevole spazio è dedicato alla realizzazione del suo grande successo: Thriller. Il re del pop spiega di aver voluto creare qualcosa con la massima precisione possibile e con grande originalità specie per quanto concerne il video ufficiale. E da quelle pagine soprattutto si capisce la serietà e l’impegno con cui questo artista ha sempre lavorato. Con questa nuova edizione anche chi non ha potuto, potrà scoprirlo!

“Il mio obiettivo è fare sempre il meglio che posso, in ogni campo, quindi, perché lavorare tanto duramente su un album se poi dovevamo fare dei video così orrendi? Volevo qualcosa che incollasse la gente allo schermo, qualcosa da rivedere in continuazione”.

– Moonwalk, Michael Jackson

Share

Laureata in Lettere moderne ed in Filologia moderna, studentessa di Editoria e Scrittura alla Sapienza. Siciliana doc, docente, copywriter. Ha pubblicato un saggio dal titolo "Dietro lo specchio, Oscar Wilde e l'estetica del quotidiano" e scrive per diversi siti di divulgazione culturale. Ama la letteratura, il cinema, il teatro, l'arte e naturalmente la musica (ha studiato teatro musical per quattro anni), in particolare il rock, il symphonic metal, il cantautorato italiano e i musical.