gtag('config', 'UA-102787715-1');

Michael Jackson, Ecco qual era la canzone preferita del re del pop

Michael Jackson ha spaziato nel corso della sua carriera attraverso vari generi. Infatti, anche se tutti noi ci riferiamo a lui come il re del pop, non è semplicemente il pop il suo genere peculiare. Rock, R&B, sono tante le influenze che hanno reso la sua musica così unica e particolare. Michael Jackson, artista così versatile, aveva dei gusti musicali ovviamente variegati e originali, ascoltava di tutto per poter comporre di tutto. Ma allora qual era la canzone preferita del re del pop? Fu in realtà un brano composto da Charlie Chaplin. 

L’ammirazione di Michael Jackson per Charlie Chaplin

Innanzitutto bisogna dire che si tratta di un brano di Charlie Chaplin dal titolo Smile. L’artista lo compose per il film Tempi moderni del 1936, ma si trattava solamente della musica, una semplice colonna sonora. Il brano ebbe un testo solamente nel 1954, grazie a Turner e Geoffrey Parsons che idearono anche il titolo. Michael Jackson ha sempre avuto nel corso della sua vita una grande ammirazione per Charlie Chaplin. Le sue movenze, lo stile, ecc. Lo hanno sempre ispirato. Fino a fargli realizzare nel 1995 una sua personale cover della sua canzone Smile, inserita nell’album HIStory: Past, Present and Future – Book I. 

Smile though your heart is aching
Smile even though it’s breaking
When there are clouds in the sky you’ll get by
If you smile through your fear and sorrow
Smile and maybe tomorrow
You’ll see the sun come shining through
For you. 

Il significato della canzone

Nat King Cole era stato il primo a cantare Smile, a cui sono seguite diverse cover. Il brano ha una enorme popolarità, di recente rinnovata dal film Joker, uscito un anno fa. Calzava a pennello con la figura del personaggio, effettivamente, visto che si tratta di un aspirante attore comico che vorrebbe far ridere, anche se poi come ben sappiamo tutti precipita. La risata è comunque al centro del film, ma anche al centro della canzone. In generale il testo si riferisce infatti al potere del sorriso, con grande poesia ed intensità ne descrive il valore. Il re del pop amava questa canzone proprio a causa del suo messaggio ottimistico.

You’ll find that life is still worth while
If you just smile. 

Share

Laureata in Lettere moderne ed in Filologia moderna, studentessa di Editoria e Scrittura alla Sapienza. Siciliana doc, docente, copywriter. Ha pubblicato un saggio dal titolo "Dietro lo specchio, Oscar Wilde e l'estetica del quotidiano" e scrive per diversi siti di divulgazione culturale. Ama la letteratura, il cinema, il teatro, l'arte e naturalmente la musica (ha studiato teatro musical per quattro anni), in particolare il rock, il symphonic metal, il cantautorato italiano e i musical. (Domande e proposte: silviargento97@gmail.com)