gtag('config', 'UA-102787715-1');

Michael Jackson: Come il Re del Pop raggiunse il successo planetario

Michael Jackson è uno degli artisti più importanti nella storia della musica contemporanea. Il suo apporto sulle scene musicali moderne è profondissimo, avendo completamente stravolto il panorama socioculturale moderno. Con la sua opera, il Re del Pop si è affermato come uno degli artisti più incisivi di sempre, avendo dato vita ad uno slancio visionario di proporzioni straordinarie e, soprattutto, incantando milioni di persone in giro per il mondo con i suoi spettacoli mirabolanti. Ad oggi, Michael Jackson rappresenta ancora il simbolo della musica Pop. La sua morte, del resto, gettò in un profondo stato di shock l’intera industria, da lui stesso stravolta nei suoi anni d’oro.

Michael Jackson diede inizio alla sua carriera in tenerissima età nei Jackson 5. Da lì in poi, il suo destino sembrò segnato per sempre nel segno dei riflettori. Michael raggiunse, accanto ai suoi fratelli, il successo planetario, ma quanto fatto da Jackson in qualità di artista solista ha avuto dell’incredibile, continuando ad ispirare la maggior parte degli artisti maggior spicco sulla scena moderna. Il lascito di Michael Jackson viene, ormai all’unanimità, considerato eterno ed inestimabile, per l’ammontare di incredibili pietre miliari presenti in esso. In quest’articolo, abbiamo deciso di soffermarci sugli esordi solisti di Michael Jackson, scoprendo in che modo sia riuscito a conquistare il successo planetario.

Come ha fatto Michael Jackson a conquistare un successo planetario?

Gli esordi solisti di Michael Jackson ebbero inizio grazie alla Motown e al suo percorso con i Jackson 5. Fu proprio l’iconica casa discografica a permettere al giovane Michael di incidere i suoi primi quattro album da solista, Got To Be There e Ben del 1972, Music & Me del 1973 e Forever, Michael del 1975. I dischi in questione riscossero grande successo; vendendo più di 22 milioni di copie in tutto il mondo. Il singolo Ben, estratto dall’album omonimo, diventò il primo a svettare nelle classifiche internazionali nella sua carriera solista. Nel 1973, ricevette diversi riconoscimenti, tra cui una candidatura agli Oscar come miglior canzone, essendo il brano portante di un film dallo stesso nome.

Nel 1978, dopo essere scritturato per il film The Wiz, Michael ebbe la possibilità di conoscere Quincy Jones, con cui avrebbe siglato uno degli idilli più iconici nella storia della musica contemporanea. Fu nel 1979, che la sua carriera solista, ricevette una svolta significativa. Michael Jackson conquistò il successo planetario con Off The Wall, un disco che riscosse una dose di consensi impressionante, arrivando a vincere tre American Music Awards e un Grammy. A dispetto delle straordinarie premesse, Michael si disse insoddisfatto riguardo i risultati ottenuti dall’album. Fu nel 1982 che Jackson affermò il suo status di Re del Pop pubblicando Thriller, suo più grande successo in assoluto.

 

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (email:claudio190901@gmail.com)