gtag('config', 'UA-102787715-1');

Michael Jackson, cosa è successo a Neverland dopo la morte del Re del Pop?

Cosa è successo a Neverland dopo la morte del Re del Pop? Il Re del Pop era famoso per l’intrattenimento che teneva nella sua incredibile casa, Neverland, ma cosa ne è stato dopo la sua morte? L’enorme casa di Michael Jackson era più di una semplice casa: era un parco a tema, un enorme parco divertimenti. L’enorme tenuta aveva di tutto, dalle giostre allo zoo per lui e per tutti coloro che amava intrattenere. Tuttavia, dopo la sua morte nel 2009, molti si sono chiesti cosa fosse successo alla tenuta gigantesca.

I problemi di Michael Jackson

Purtroppo per Michael Jackson, Neverland non era del tutto sua quando morì, poiché il cantante aveva venduto la casa. Secondo sua sorella LaToya Jackson, Michael aveva smesso di credere che fosse la sua casa in seguito alle perquisizioni della polizia avvenute nel ranch dopo le accuse di reati sessuali. Come elemento importante del processo su Michael nel 2003, dove era stato accusato di aver molestato un minorenne, il ranch Neverland era stato ampiamente perquisito dalla polizia. Michael venne poi prosciolto da tutte le accuse, ma in seguito ha lasciato il ranch, dicendo che non avrebbe mai più vissuto nella proprietà.

Il pignoramento e le dichiarazioni di Michael Jackson

Nel 2007 era uscito il pignoramento del Neverland Ranch. Un portavoce di Jackson ha detto che il prestito era in fase di rifinanziamento e Michael Jackson aveva comunque mantenuto la quota di maggioranza nel ranch. Tuttavia, col passare del tempo, Jackson passo sempre meno tempo al ranch e alla fine fu messo in vendita. In un comunicato stampa su un’asta del ranch, Jackson aveva dichiarato: “Sono soddisfatto dei recenti sviluppi che hanno coinvolto Neverland Ranch e sono in trattativa con Colony Capital e Tom Barrack per quanto riguarda il Ranch e altre questioni questo mi permetterebbe di concentrarmi sul futuro.”

Il ritorno mancato di Michael Jackson

Molti ipotizzarono che Michael stesse lottando con problemi di debiti o denaro ed ecco perché stava cercando di vendere il ranch. Secondo Billboard, Michael aveva circa 400 milioni di dollari di debiti al momento della sua morte e per questo stava per iniziare un enorme tour alla O2 Arena di Londra. Tuttavia, i concerti non si tennero mai perché Jackson morì nel maggio 2009 e la sua famiglia espose la loro intenzione di seppellire Jackson al ranch. Da quel momento, tutte le giostre e gli animali furono tolti dalla proprietà. Il ranch venne poi ufficialmente messo in vendita nel 2015 dalla Colony NorthStar. Il fratello di Jackson, Jermaine, però era palesemente in disaccordo con la decisione.

Oggi?

Neverland, in questa fase, è una proprietà congiunta della società con Jackson che lascia in eredità la sua parte della proprietà a un fondo familiare alla sua morte. Alla fine, il ranch è  in vendita nel 2016 tramite Sotheby’s, ma la proprietà ha iniziato a diminuire di valore. A partire da febbraio 2019, la proprietà ha perso una cifra di circa 70 milioni di dollari. Alla fine, si è deciso di ritirare la proprietà dal mercato a partire da febbraio 2020, dopo non essere stata venduta per cinque anni. Attualmente non è visitabile dai turisti. Ecco cosa è successo a Neverland dopo la morte del Re del Pop.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.