gtag('config', 'UA-102787715-1');

Michael Jackson, cosa ne pensa Slash del Re del Pop?

Torniamo a parlare di Michael Jackson, il Re del Pop, e di quella volta che Slash dei Guns N’Roses lo aiutò a scrivere una canzone famosissima. Sebbene in genere non fosse un artista, Michael Jackson ha collaborato a una canzone con Slash dei Guns N’Roses in un pezzo che fu però un flop. In seguito, Slash divenne un grande amico di Michael Jackson. Ma cosa ne pensa Slash del Re del Pop? Non è un caso che i due avessero scritto una canzone insieme e pensate che Michael Jackson era già abituato a collaborare con grandi nomi della musica dell’epoca.

Le false voci su Slash nella canzone “Black or White”

Sebbene Michael Jackson fosse il Re del Pop, di tanto in tanto gli piaceva entrare nel mondo del rock. Per esempio, aveva duettato con Paul McCartney in “Say, Say, Say” e “The Girl Is Mine”. Inoltre, il Nostro ha ammesso di aver lavorato davvero bene con Slash su una canzone che venne poi inclusa nel suo album Dangerous. La canzone si intitola “Give In to Me” e potete ascoltarla cliccando QUI. Secondo una voce anche piuttosto famosa, Slash aveva suonato il riff di “Black or White”, una canzone dello stesso album, ma Slash ha confermato che questa voce è falsa. Tutto era nato perché Slash era davvero apparso nel video di “Black or White”.

L’incontro tra Slash e Michael Jackson

In un’intervista con Kerrang!, Slash ha parlato di recente di come era stato lavorare con Michael Jackson. Il chitarrista dei Guns N’Roses ha detto: “Inizialmente, ho ricevuto una telefonata del mio manager che mi aveva detto, ‘Michael sta cercando di mettersi in contatto con te’, e io ho risposto, ‘Wow'”.“Così l’ho richiamato e lui voleva che facessi qualcosa per il suo disco Dangerous. Ci siamo dati un appuntamento e sono andato al Record Plant di Hollywood, lui era lì con l’attrice Brooke Shields… Così siamo stati insieme per due minuti, i due sono andati a cena e mi hanno lasciato strimpellare su quel pezzo”.  Sebbene l’incontro fosse stato breve, Slash era già rimasto colpito da MJ.

Un piacere stare con MJ

Slash ha ammesso: “Ho fatto le mie parti di chitarra, lui l’ha molto apprezzato e poi ha continuato a chiedermi se fossi stato disposto a fare altre cose. Facevo già alcuni concerti in giro ma ed è stato divertente suonare per lui perché era un vero professionista ed era grande talento. Questa era la cosa più bella: era incredibilmente fluido dal punto di vista musicale. È stato un vero piacere stare con lui”. Sebbene Slash fosse l’artista in primo piano del brano “Give In to Me” in qualità di coautore, il suo nome non ha aiutato per niente la canzone in termini di vendite

Il flop del pezzo

Il pezzo “Give In to Me” non ebbe molto successo. Il pezzo non entro neppure nella Billboard Hot 100 e fu strano per un artista del calibro di Michael Jackson. Era infatti più un brano vicino ai Guns N’Roses e quindi piuttosto lontano dalle atmosfere di Michael Jackson. Sebbene non sia stato un successo, “Give In to Me” rimane comunque una buona canzone, forse un po’ sottovalutata.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.