gtag('config', 'UA-102787715-1');

Michael Jackson: Da dove nasce il suo famoso Moonwalk?

Nel 1983, il Mondo era già perfettamente consapevole della memorabilità che caratterizzava le straordinarie esibizioni di Michael Jackson dal vivo. Sono passati quasi quarant’anni da allora; ma ancora oggi, ricordiamo la celeberrima camminata all’indietro con cui, il Re del Pop, passò definitivamente alla storia. Oggi il Moonwalk è uno dei passi di danza più imitati di tutti i tempi. Il suo esordio sulle scene affonda le radici, come detto, nel marzo del 1983, quando Michael Jackson lo eseguì sul palco in occasione del venticinquesimo anniversario della storica Motown.

Michael Jackson si trovava all’auditorium di Pasadena quando eseguì il Moonwalk per la prima volta. All’epoca, il Re del Pop faceva ancora parte dei Jackson 5. Jackson si lanciò nel passo durante una sua esibizione da solista, in cui propose l’iconica traccia Billie Jean. Quella volta, il Moonwalk durò per due secondi, ma quei pochissimi istanti bastarono per mandare il pubblico in totale visibilio. Da allora, quel passo ha segnato in maniera indelebile i meravigliosi show dal vivo di Michael Jackson.

Già dal giorno dopo, i giovani appassionati di musica Pop di tutto il mondo che avevano visto il concerto trasmesso in televisione, provarono a riprodurre la strabiliante camminata spaziale con cui Michael Jackson salì, ancora una volta, sul tetto del Mondo. Il carisma e la musica unica con cui il Re del Pop ha consacrato la sua opera all’eternità rimarranno per sempre impresse nell’immaginario collettivo. In quest’articolo, omaggiamo la maestria di Michael Jackson nel ballo, raccontando la storia del suo Moonwalk.

Michael Jackson non ha inventato il Moonwalk

Sebbene Michael Jackson avesse migliorato il Moonwalk, rendendolo celebre in tutto il Mondo, il famoso passo era già particolarmente diffuso nell’ambiente della danza. Impiegato da molti ballerini, infatti, il Moonwalk venne soltanto perfezionato dal Re del Pop che, dopo il 1983, cominciò ad utilizzarlo in ogni suo concerto. La storia del Moonwalk affonda le radici nei primi decenni del XX secolo. Furono molti gli artisti del tempo che tentarono di avvicendarsi in diverse versioni, più o meno personali, del passo.

Tra i più famosi pionieri del Moonwalk, vanno citati il ballerino di tip-tap afroamericano Bill Bailey ed il mimo francese Marcel Marceau. Fu proprio quest’ultimo, a detta dello stesso Jackson, ad aver inventato il Moonwalk. Il Re del Pop, infatti, era un grande fan del mimo francese. Jackson provò ad incontrare Marceau per la prima volta nel 1988, durante alcune date francesi del suo Bad World Tour. Fu solo qualche tempo dopo che, Michael, ebbe l’occasione di stringere amicizia con l’inventore del Moonwalk, a Londra, dove Jackson tessé le lodi del mimo, arrivando ad invitarlo a casa sua, negli Stati Uniti, per parlare delle sue esibizioni memorabili.

Il Re del Pop eseguì il Moonwalk per l’ultima volta davanti ad un pubblico al Madison Square Garden di New York; in occasione di due date, tra il 7 e il 10 settembre del 2001. Al tempo, Michael Jackson stava celebrando i suoi trent’anni di carriera solista con due concerti evento chiamati Michael Jackson: 30th Anniversary Celebration – The Solo Years.

 

 

 

 

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (email:claudio190901@gmail.com)