gtag('config', 'UA-102787715-1');

Michael Jackson: ecco chi era la più grande fonte d’ispirazione del Re del pop

Michael Jackson è stato, senza alcun dubbio, uno dei più grandi artisti che la storia della musica abbia mai conosciuto. Anche noto come “Il re del pop” (e potete immaginare il motivo) Jakcson si è contraddistinto tanto per la sua voce e la sua spiccata personalità, quanto per le storie e le leggende legate alla sua persona. C’è ancora, ad esempio, chi sostiene che l’iconico ballerino, cantautore e filantropo statunitense sia ancora vivo. Ad ogni modo oggi non siamo qui per parlare di questo, quanto piuttosto per analizzare il suo percorso musicale, cercando di individuare la più grande fonte d’ispirazione del Re del pop, Michael Jackson.

L’incredibile personalità del Re del pop

Una cosa è certa: quando pensiamo all’iconica voce di Thriller le prime cose che saltano all’occhio sono la sua incredibile voce, la sua spiccata personalità, il suo carisma, le sue innate doti di ballerino e, ovviamente, quel suo look così singolare e stravagante. Negli anni Michael Jackson, settimo di dieci figli, è riuscito infatti a costruirsi un’immagine unica e inconfondibile che non può non ricondurre a lui.

Il suo percorso musicale è iniziato quando era ancora un ragazzino, grazie alle continue pressioni del padre che, unendo le qualità di Michael a quelle dei suoi fratelli, forma i famosi Jackson 5. Gestire una situazione del genere, ovviamente, per Michael non è stato affatto semplice: restare in una sala di registrazione per ore ed ore, infatti, rappresenterà per lui un vero e proprio trauma infantile. Da quel momento in poi, però, inizierà anche la sua scalata verso il successo che lo porterà, alla fine, a diventare uno degli artisti più premiati e stimati del pianeta.

La più grande fonte d’ispirazione di Michael Jackson

Nato principalmente come cantante pop, Jackson è riuscito ad accorpare nel suo sound una moltitudine di stili: dal rhythm and blues al funk, dal rock al pop, passando per jazz, dance music e swing. E, naturalmente, i suoi brani e i suoi iconici album sono ancora oggi una fonte inesauribile d’ispirazione per centinaia e centinaia di artisti. A questo punto, però, una domanda sorge spontanea: quali sono stati i musicisti che hanno maggiormente influenzato il Re del pop? E, soprattutto, qual è stata la più grande fonte d’ispirazione di Michael Jackson?

Durante la sua lunga e prolifica carriera Michael Jackson è stato influenzato da alcuni grandi artisti come: Elvis Presley, Little Richard, Diana Ross, i Beatles, i Queen, Chuck Berry, Stevie Wonder e tanti altri ancora. C’è stato, poi, un artista che più di tutti lo ha spinto a sfondare nel mondo della musica, il suo idolo indiscusso e massimo ispiratore: James Brown.

Nel 2003 poi, durante una cerimonia di premiazione dei BET Awards, il Re del pop ha avuto la fortuna e l’onore di consegnare al Padrino del soul il prestigioso BET Lifetime Archievement Award:

“Per me è un onore assegnare questo premio stasera perché nessuno mi ha influenzato più di quest’uomo al mio fianco. Sin da quando ero un bambino di sei anni, James Brown è quello che ammiro di più come intrattenitore e, a dir la verità, lo faccio ancora oggi.”

 

Share

Simone Esposito: studente e amante della musica in tutte le sue sfumature. Articolista esperto e aspirante critico musicale. Appassionato di cinema, letteratura e arte (in tutte le sue forme). (es.simone@libero.it)