gtag('config', 'UA-102787715-1');

Michael Jackson, il nuovo documentario divide i fan: “È pura idiozia!”

Il documentario della BBC “The Real Michael Jackson” ha diviso, tanto per cambiare, i fan. Il nuovo film di stampo documentaristico è stato preso in analisi dai fan più accaniti del Re del Pop e non è stato proprio ben visto, anzi. Molti hanno affermato che si tratta di pura idiozia e che sia un prodotto pieno di retorica e di bugie.
Il documentario, prodotto e realizzato da BBC Two, ha esaminato più da vicino la vita della popstar Michael Jackson e il suo rapporto con il mondo dello spettacolo, oltre che con i fan. Se il nuovo documentario divide i fan e non unisce alcun punto cosa possiamo aspettarci?

Il contenuto del nuovo documentario

Intitolato The Real Michael Jackson, il documentario realizzato da Jacques Peretti ripercorre l’ascesa e la caduta di Michael Jackson nel mondo dello spettacolo e della musica. Se siete curiosi di vederlo, dovreste riuscire a trovarlo nei canali ufficiali della BBC, in inglese (per il momento non dovrebbero esserci i sottotitoli in italiano). Alcuni degli spettatori hanno visto il lungometraggio e hanno espresso la loro delusione soprattutto a causa dei ripetuti presunti tentativi di “diffamare” ancora Michael Jackson. Ricordiamo che tanti altri documentari hanno attaccato Jackson, tra cui il celebre Leaving Neverland.

La presa di posizione dei fan

“Non perdete tempo con quel finto documentario su BBC2 stasera su MJ“. “È morto da circa 11 anni e questi linciatori si rifiutano di lasciarlo solo, cercando sempre di guadagnare soldi diffamando il suo nome e vendendo bugie. Troie patetiche. So chi era #TheRealMichaelJackson.” Questi sono stati alcuni dei messaggi sui Twitter e sui principali social network di vari fan di Michael Jackson. Un altro spettatore arrabbiato ha espresso sentimenti duri e sprezzanti verso la BBC, postando foto splendide del proprio idolo e dicendo: “QUESTO è il vero Michael Jackson. Fanculo alla BBC.”

Un documentario distorto

Altri hanno definito il suddetto documentario come un qualcosa “distorto” e hanno esortato i produttori a lasciare in pace la star. Altri messaggi riportano un messaggio simile al seguente: “Non difendo Michael Jackson perché è il mio artista preferito o perché era un grande ballerino. Lo difendo perché è stato vittima di una moderna caccia alle streghe alimentata dall’avidità, dalla gelosia e dal razzismo. Lo difendo per questo: # # SquareOneMJ TheRealMichaelJackson.” In effetti, i PM hanno fatto soprattutto dagli anni 2000, una vera crociata di massa su Michael Jackson per via dei presunti abusi su minori. In realtà però queste cause non sono state mai davvero chiarite e ci sono molti punti oscuri.

La verità verrà a galla?

È chiaro che il documentario parla molto della questione “abusi”. Diversi si sono schierati a favore del documentario e hanno detto: “Trovo difficile credere che ci siano persone là fuori che continuano a difendere il molestatore di bambini multimilionario Michael Jackson. #TheRealMichaelJackson”. Alcuni credono quindi, in base a questo lungometraggio, che le accuse verso Michael Jackson siano così tante che è impossibile che sia innocente. Ricordiamo che comunque Michael Jackson è stato assolto da quattro cause di molestie su minori e da una relativa a tentate molestie su minori. Il nuovo documentario divide i fan, di nuovo, ma quale è la verità?

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.