gtag('config', 'UA-102787715-1');

Michael Jackson, l’enorme cifra generata dal Re del Pop a 11 anni dalla morte

Michael Jackson è morto nel 2009 a causa di un non meglio precisato infarto causato da una intossicazione acuta. Il Re del Pop è deceduto, secondo le note, a seguito di un sovradosaggio di un anestetico chiamato propofol somministratogli dal suo medico, Conrad Murray. Il medico, nel tentativo di cercare di guarire la sua insonnia, diede a Michael Jackson, secondo i vari report, un dosaggio molto elevato di questo anestetico che il Re del Pop non riuscì a controllare. Ma il tema di questo articolo non riguarda la morte di Michael Jackson, bensì l’enorme cifra generata dal Re del Pop a 11 anni dalla morte. E fidatevi che è una cifra mostruosa.

La cifra astronomica

Secondo i calcoli, la cifra generata dal Re del Pop dopo la sua morte è circa di 1 miliardo e mezzo di sterline. Inutile dire che il Nostro aveva dei contratti discografici davvero faraonici e gli esecutori testamentari hanno notato che la cifra è davvero così grande. Ovviamente bisogna anche considerare un altro fatto, ovvero la montagna di debiti di Michael Jackson che sembrava impossibile da rimpinguare. Il Re del Pop infatti aveva speso moltissimi milioni per il pagamento delle spese processuali scaturite dopo le ripetute denunce nel corso degli anni da parte di alcuni bambini che frequentavano casa sua.

Guadagni postumi

Michael Jackson è uno degli artisti che, dopo la sua morte, ha guadagnato di più. Nel 2014 è diventato l’unico artista e entrare nella Top 10 della Billboard Hot 100 in 5 decenni diversi e mai nessuno ci era riuscito. Nel 2016 è stato conteggiato che Michael Jackson ha guadagnato in un solo anno circa 825 milioni dii dollari, una cifra pazzesca. Ma dovete sapere che non è finita.

I debiti e le altre entrate

Pare che l’ammontare di debiti ammontasse a circa 400 milioni di sterline. In sostanza però, dalla morte di Michael Jackson, i suoi hanno potuto guadagnare veramente moltissimi soldi anche se molti di questi dovranno coprire i debiti. Nel 2009, anno in cui egli morì, le vendite dei suoi dischi uniti alle royalties, i diritti discografici e i vari accordi ammontavano a 119 milioni di sterline. In questo calcolo non c’erano solamente le canzoni di Michael Jackson e ovviamente dei Jackson 5, ma anche tutta la questione del catalogo Sony che riguardava i diritti dei pezzi dei Beatles. Pensate che nel 2017 i pezzi dei Beatles avevano fruttato a Michael Jackson (li aveva comprati diversi decenni prima e ceduti in massima parte ai legittimi proprietari) circa 42,3 milioni di sterline.

Le partnership

In tutto ciò però non abbiamo considerato una cosa. Michael Jackson aveva degli accordi di collaborazione e partnership con aziende di abbigliamento, con la sua compagnia di assicurazione ovviamente e con vari altri marchi. Tutto ciò gli fece incassare circa 12 milioni di sterline e tra questi sovvenzionato c’era anche il Cirque de Soleil. Ma tutto ciò sembra proprio non finire perché gli esecutori testamentari, nel rapporto realizzato di circa 80 pagine, hanno dichiarato che Michael Jackson aveva circa 250 milioni di sterline. Ma dove? Erano divisi in varie passività aziendali, in beni immobili e alcuni di questi pure in contanti. Cifre pazzesche.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.