gtag('config', 'UA-102787715-1');

Michael Jackson, quella volta che fu nominato re della Costa d’Avorio

Quando si parla di grandi artisti della musica non si può non citare l’iconico Michael Jackson. Anche noto come ‘il re del pop’ (e potete immaginarne i motivi), Jackson detiene una serie infinita di record personali: è l’artista commerciale con il maggior successo di tutti i tempi, è uno dei pochi musicisti ad essere stato inserito per ben due volte nella Rock and Roll Hall of Fame (sia come membro dei Jackson Five che come solista), è l’unico musicista ad essere stato inserito nel National Museum of Dance Hall of Fame, è stato premiato come ‘artista del decennio’, ‘artista del secolo’ e ‘artista del millennio’. Potremmo veramente continuare all’infinito, visto che l’iconica voce di Thriller detiene ben 200 record personali (di cui 40 certificati dal Guinness World Record) e, soprattutto, ha vinto oltre 800 premi. Insomma, per chi non l’avesse ancora capito stiamo parlando dell’artista più premiato della storia della musica. Forse non tutti lo sanno, ma Michael Jackson -oltre ad essere il noto ‘re del pop‘- è stato nominato anche ‘re della Costa d’Avorio’ durante un viaggio in Africa.

Il viaggio in Africa del re del pop

Il primo -vero- viaggio in Africa di Michael Jackson avvenne quando era appena un quattordicenne, insieme agli altri membri dei Jackson Five. “Quando scesi dall’aereo -ricordò durante un’intervista- fui accolto da una lunga serie di danzatori africani, tra ritmi tribali e tamburi. Ero emozionatissimo, loro hanno veramente il ritmo nel sangue ed è proprio da quei luoghi che provengo anche io. Questa è la mia origine.”

Quasi vent’anni dopo, all’età di 33 anni, Michael Jackson -insieme ad una troupe di 26 persone- partì dall’aeroporto di Los Angeles per un viaggio di due settimane in 4 diversi paesi africani: Gabon, Egitto, Tanzania e Costa d’Avorio. E, naturalmente, in ogni singolo soggiorno è stato accolto come un vero ‘re’. Anzi, a dirla tutta Michael Jackson in Costa d’Avorio è stato premiato e nominato realmente re!

Michael Jackson, quella volta che fu nominato re della Costa d’Avorio

La cerimonia, tenutasi ai piedi di un sacro albero insieme alla tribù Agni, nel villaggio di Krindjabo, è stata eseguita dal capo tribù ‘Amon N’Djaolk‘ che, ponendo una corona sulla testa di Michael Jackson, l’ha nominato ufficialmente ‘Re Sani‘.

Interrogato sulla sua esperienza in Costa d’Avorio al suo ritorno, alla domanda “come ti senti ora ad essere a tutti gli effetti un re?”, Michael Jackson rispose:

“Cerco di non pensarci troppo, ma resta comunque un grande onore per me. Per me l’Africa è l’alba della civiltà, è la mia vera casa.”

Share

Simone Esposito: studente e amante della musica in tutte le sue sfumature. Articolista esperto e aspirante critico musicale. Appassionato di cinema, letteratura e arte (in tutte le sue forme). (es.simone@libero.it)