gtag('config', 'UA-102787715-1');

Michael Jackson: Quella volta che prese parte al tributo per Elvis Presley

Nel corso degli anni, lo status straordinario del Re del Pop, Michael Jackson, l’ha messo in contatto con un numero di Star della musica a dir poco impressionante. Durante la sua carriera, Jackson ha avuto modo di conoscere personalità dalla caratura elevatissima come quelle di Nelson Mandela e della Principessa Diana d’Inghilterra, tra le altre. Sul fronte famigliare, Michael Jackson ebbe modo di legarsi con l’unica figlia di Elvis Presley, Lisa Marie. Era il maggio del 1994, quando i due convolarono a nozze. Solo pochi mesi dopo aver suggellato la loro unione, Il Re del Pop accompagnò la sua consorte e sua madre, Priscilla Presley, ad un evento molto importante, in cui si celebravano la vita e la carriera del King del Rock N’Roll. Era l’8 ottobre del 1994.

Michael, sua sorella Janet, Lisa Marie e Priscilla presero posto all’auditorium di Memphis in Tennessee, per assistere al meraviglioso tributo, intitolato Elvis Aaron Presley- The Tribute; organizzato in occasione del diciassettesimo anniversario dalla tragica scomparsa della leggendaria Star. L’evento vide l’alternarsi delle performance di personalità di spicco del panorama musicale di allora, tra cui Bryan Adams e Billy Ray Cyrus; tutti intenti ad onorare la vita ed il lascito strabiliante che il Re del Rock N’Roll ha regalato al mondo. Michael Jackson non si esibì durante il tributo ad Elvis Presley, ma quando Priscilla e Lisa Marie si alzarono per salutare il pubblico, lui venne inquadrato dalle telecamere, mandando il pubblico in visibilio.

 La reazione di Michael Jackson agli applausi del pubblico di Elvis Presley

In quell’occasione, furono diverse migliaia le persone che si presentarono all’evento per rendere omaggio al compianto Re del Rock N’Roll. Quando il pubblico si rese conto della presenza di Michael Jackson, però, gli applausi piovvero copiosamente. Il cantante di Thriller si sentì onorato dalla reazione degli spettatori, pur reagendo con moltissima timidezza. Per lui, tutte quelle attenzioni erano ingiustificate e fuori contesto.

Michael Jackson tornò al suo posto, intento a godersi il continuo dell’evento commemorativo per Elvis Presley, ma il pubblico, semplicemente, non smise di applaudire. Jackson tentò, inutilmente, di placare gli animi, voltandosi di spalle e coprendosi con una tenda. La platea, però, continuava ad infiammarsi e Michael, rassegnato, portò le mani al volto. Nonostante l’evento non lo riguardasse in prima persona, Michael aveva catturato tutte le attenzioni del pubblico.

Priscilla comprese la condizione scomoda di Jackson e invitò il Re del Pop a prendere i plausi del pubblico e accettarli, in modo da calmare gli animi. La visione di Priscilla fu giustissima. Michael accolse le adorazioni, ritornò al suo posto e lo spettacolo ebbe modo di proseguire attraverso un video che mostrava Elvis intento a cantare la straordinaria If I Can Dream.

 

 

 

 

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (email:claudio190901@gmail.com)