gtag('config', 'UA-102787715-1');

Michael Jackson: la storia del duetto con Whitney Houston mai avvenuto

Un duetto tra due figure fondamentali per il panorama musicale contemporaneo come quelle di Michael Jackson e di Whitney Houston, avrebbe fruttato ai due leggendari artisti l’esercizio di un’egemonia totale nelle classifiche Pop di tutto il mondo. Siamo certi del fatto che, se Whitney Houston e Michael Jackson avessero rilasciato un brano in collaborazione, sarebbe stato un successone come pochi altri.

Sia Jackson che Houston, in effetti, hanno dominato l’industria musicale per molti anni, spaziando tra i generi più disparati; pur preservando il medesimo prestigio. Un duetto tra questi due straordinari artisti avrebbe, quindi, funzionato sia in termini musicali che commerciali; senza alcun’ombra di dubbio. Comunque sia, il Re del Pop e la straordinaria cantante, provarono a collaborare ben due volte, vedendo i loro piani crollare in entrambi i casi.

Il primo duetto sfiorato tra Michael Jackson e Whitney Houston

La storia del motivo per il quale Michael Jackson e Whitney Houston non abbiano mai rilasciato un duetto, affonda le radici nell’avvezione del Re del Pop nei confronti di Barbra Streisand. Il cantante di Thriller, infatti, scrisse una ballata, intitolata I Just Can’t Stop Loving You; la traccia venne inclusa nel suo album del 1987, Bad. Secondo il Billboard Book Of Number 1 Hits, il Re del Pop avrebbe voluto che, il brano, assumesse la forma di un duetto tra lui e la Streisand. Il manager di Michael Jackson, Frank Dileo, rivelò che, la cantante, avesse rifiutato la proposta di Jackson semplicemente perché il brano non le piacque.

Dopodiché, Michael Jackson pensò di duettare con Whitney Houston in I Just Can’t Stop Loving You. Secondo Pop Crush, la Arista Records, che teneva Houston sotto contratto, pensò che, se la cantante avesse accompagnato Jackson; avrebbe potuto trarre un’ottima pubblicità per il suo omonimo disco in uscita. Alla fine, però, fu Siedah Garrett a cantare con Jackson nella ballata. Garrett scrisse per il Re del Pop un’altra ballad, Man In The Mirror, eseguendovi, inoltre, i cori. Siedah Garrett viene, ad oggi, principalmente riconosciuta per le sue collaborazioni con Michael Jackson. I Just Can’t Stop Loving You avrebbe dovuto proiettare la carriera della Garrett nella stratosfera. I piani riguardo la traccia, però, andarono in fumo, visto il discreto successo ottenuto dal brano.

Quella volta che il Re del Pop venne rimpiazzato da George Michael

La seconda volta in cui Michael Jackson e Whitney Houston furono vicini alla collaborazione per un duetto, il Re del Pop venne inspiegabilmente rimpiazzato da George Michael. La storia viene approfondita nel libro Michael Jackson: All The Songs, in cui, si parla di un brano scritto per Jackson dal suo produttore, Rodney Jenkins, intitolato If I Told You That, per il quale, questi, lo spronò a duettare con Whitney Houston. Inizialmente, il Re del Pop accettò l’idea di buon grado, eppure, fonti differenti provano a trovare una spiegazione al motivo per il quale, alla fine, non registrarono mai una canzone insieme.

Alcuni sostengono che, quando Michael Jackson venne a sapere che la notizia di un suo possibile duetto con Whitney Houston fosse già su tutti i giornali; questi cambiò idea, lasciando i suoi fan e quelli della cantante con l’amaro in bocca. Altri, invece, pensano che, Jackson, fosse semplicemente troppo impegnato per recarsi in studio ad incidere If I Told You That. Alla fine, Whitney Houston scelse George Michael al posto del Re del Pop. Il brano venne pubblicato nel 1998,  in My Love Is Your Love.

 

 

 

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (Email:claudio190901@gmail.com)