26 January, 2021, 09:13

Mina, Le più belle cover straniere della cantante

Quando si parla di Mina non si può non sfociare in una serie di elogi. Sicuramente alcuni in base ai loro gusti non saranno di questo avviso. Tuttavia, è oggettivo che Mina sia una delle voci più importanti del panorama musicale, italiano ma non solo. Fu solo probabilmente per la sua grande riluttanza verso la fama ad impedirle di sfondare anche negli Stati Uniti, ma le capacità vocali e musicali di Mina sono indiscusse. La grande cantante ha avuto modo di mostrare il suo valore anche interpretando brani di altri e di diversi generi. Oltre alla musica leggera, infatti, ha sempre mostrato un grande interesse anche per altri generi e per canzoni di grandi artisti internazionali. Per questo oggi abbiamo deciso di raccogliere quattro delle sue migliori cover straniere.

Michael Jackson – Billie Jean

Mina non è rimasta immune al fascino di Michael Jackson e di uno dei suoi più grandi cavalli di battaglia. Infatti, decise di incidere una sua particolare versione di Billie Jean. Come immaginerete, questo brano è stato più volte interpretato da altri artisti, quindi i confronti sono tanti. Tuttavia, la versione di Mina fu molto apprezzata. La cover è uscita nel 1990 con il suo disco Ti conosco mascherina.

Frank Sinatra – Strangers in the night

Quando si tratta di classici di questa portata non è mai facile il confronto. Frank Sinatra ha fatto di questo brano uno dei suoi più grandi successi. Mina con un arrangiamento particolare lo ha riproposto con grande dolcezza e femminilità. La cantante è del resto abituata alle cover maschili, anzi, le ha sempre predilette.

Bob Dylan – Blowing in the wind

A proposito di classici intramontabili e con cui è difficile confrontarsi. Bob Dylan ha sempre basato la sua musica su una grande pacatezza nello stile vocale – che rispecchia sicuramente il suo carattere piuttosto schivo – pertanto è importante non “strafare” quando si riproduce un suo brano. Sono tanti i cantanti che per mostrare virtuosismi hanno reso le canzoni di Dylan diverse da quel che avrebbero dovuto essere. Mina, nonostante la potenza vocale, nella sua versione si è per così dire “trattenuta”, rispecchiando un brano che al centro pone il testo e non le qualità canore.

Scorpions – Wind of change

La cover che più si distacca dall’originale è sicuramente questa. Wind of change è una canzone rock degli Scorpions, con un animo totalmente diverso da quello che appare nella versione di Mina. Infatti, l’arrangiamento ha eliminato diversi aspetti della musica originale e da ballata rock la canzone è diventata notevolmente più “leggera”, anche se è stato preservato un assolo di chitarra.

Share

Laureata in Lettere moderne ed in Filologia moderna, studentessa di Editoria e Scrittura alla Sapienza. Siciliana doc, docente, copywriter. Ha pubblicato un saggio dal titolo "Dietro lo specchio, Oscar Wilde e l'estetica del quotidiano", una raccolta di racconti dal titolo "Dipinti, brevi storie di fragilità" e scrive per diversi siti di divulgazione culturale. Ama la letteratura, il cinema, il teatro, l'arte e naturalmente la musica (ha studiato teatro musical per quattro anni), in particolare il rock, il symphonic metal, il cantautorato italiano e i musical. (silviargento97@gmail.com)