Money for Nothing: la storia della canzone realizzata da Mark Knopfler e Sting

I Dire Straits, formati nei 1977, sono un’icona della musica dello scorso secolo e considerati tra gli esponenti principali del rock britannico. I loro testi e i loro arrangiamenti hanno segnato la musica in modo indelebile. Mark Knopfler, frontman della band, virtuoso della chitarra ed esecutore di alcuni degli assoli più belli della musica, racconta la nascita di “Money For Nothing”. Ecco quindi la storia di Mark Knopfler e Sting: la collaborazione per “Money For Nothing”.

La nascita e i record del brano “Money For Nothing”

Di seguito è riportata la storia di Mark Knopfler e Sting: la collaborazione per “Money For Nothing”. “Money For Nothing” è uno dei brani più belli e iconici dei Dire Straits, appartenente ad uno degli album più venduti di tutti i tempi, “Brothers In Arms” del 1985, scritto grazie alla collaborazione tra Mark Knopfler e Sting.

Il frontman dei Police partecipò alle sessioni di registrazione del brano per il quale cantò intro e cori, riprendendo le note della canzone dei Police “Don’t Stand So Close To Me”. La canzone raggiunse la Billboard Hot 100 e vi rimase per tre settimane. La prestigiosa rivista statunitense “Rolling Stone” la pone al 27° posto nella classifica dei migliori riff di chitarra di tutti i tempi.

La nascita della collaborazione tra Mark Knopfler e Sting

A raccontare la bellissima collaborazione è stato proprio Knopfler durante un’intervista per il programma radiofonico “Ultimate Classic Rock Nights”. Il chitarrista ha confessato di non essere pentito di aver dovuto dividere i diritti della famosa canzone con Sting, in quanto fu proprio lui a chiedergli una collaborazione. Knopfler spiega che l’idea gli venne in mente ripensando ad una famosa pubblicità mandata in onda da MTV in cui i Police esclamavano insieme “I Want My MTV”. Knopfler racconta che, vedendo quella pubblicità, pensò che se avesse sovrapposto a quello slogan le note di “Don’t Stand So Close To Me” il nuovo pezzo avrebbe funzionato benissimo.

Il chitarrista ricorda di aver parlato con i membri dei Police, che già conosceva molto bene a causa dei tanti concerti insieme tenuti in Germania, dicendo che gli sarebbe piaciuto molto se Sting avesse accettato quel progetto. Knopfler aveva già pensato a tutto ed era convinto che la voce del frontman dei Police fosse perfetta per la realizzazione del progetto. Il chitarrista, infatti, aveva in mente di usare 5 note della canzone “Don’t Stand So Close To Me”. Ricorda, inoltre, che il lavoro al brano è sempre proceduto bene, senza che ci fossero dissapori tra lui e Sting

Il video di “Money For Nothing” e la performance al “Live Aid” del 1985

Per quanto concerne il video, invece, non fu Mark Knopfler ad occuparsene. La clip fu uno dei primi in assoluto ad essere creato con l’ausilio del computer. Il video vinse un Award ed è stato il primo ad essere trasmesso su MTV Europe il 1° agosto del 1987.
Nello stesso anno dell’uscita del disco “Brothers In Arms”, 1985, si tenne uno dei concerti più gloriosi della storia, il “Live Aid” in cui Sting raggiunse i Dire Straits proprio per cantare questo brano.

Share

Classe 1997. Studentessa alla facoltà di lettere moderne e contemporanee di Torino. Sono una vera appassionata di musica, soprattutto anni '60, '70 & '80. Suono la chitarra dall'età di sette anni. Mi piacciono anche la pittura, la letteratura, la poesia… Aspirante giornalista e scrittrice. Per me la musica è l'elemento indispensabile per la sopravvivenza dell'uomo. "Senza musica la vita sarebbe un errore" Friedrich Nietzsche. (giuliacantu97@gmail.com)