25 January, 2021, 16:03

The Smiths, Il mistero della sessualità di Morrissey

Gli Smiths sono stati una delle band più importanti ed influenti del panorama musicale. Malgrado la brevissima carriera che hanno avuto, sono riusciti in poco tempo ad influenzare loro contemporanei e non. Gli Oasis, ad esempio, sono uno dei gruppi che devono molto a loro. In generale tutta la musica indipendente deve tantissimo agli Smiths, prima band indipendente ad esibirsi a Top of the pops. Uno degli elementi che ha reso unici e indimenticabili gli Smiths è sicuramente il loro frontman, Morrissey. Aspramente criticato tuttora per le sue dichiarazioni e convinzioni, Morrissey è secondo molti uno dei frontman più carismatici che ci siano mai stati. Come sempre, attorno a questi personaggi vi sono polemiche e speculazioni. Per tanto tempo ad esempio si è parlato della sessualità di questo artista, che ha sempre volutamente mantenuto una certa ambiguità.

Morrissey e le voci sull’omosessualità

Parliamoci chiaro: la sessualità di un artista non c’entra nulla con il suo essere un artista. Tuttavia, giocare sull’ambiguità anche in questo senso – cosa che fece per diverso tempo anche lo stesso David Bowie – può essere un ottimo trucco per far parlare di sé. Morrissey ha sempre risposto piuttosto cripticamente alle domande sulla sua sessualità e questo ha generato diversi dibattiti. Anche se a The Observer disse:”Uno dei miei incontri fisici è stato con un uomo, circa 10 anni fa. […] Non era amore, non l’ho mai sperimentato. Ho dormito anche con delle donne. Mi sento completamente aperto e se un domani incontrassi qualcuno, maschio o femmina che sia e ci amassimo, lo proclamerei apertamente”. Poi anche nella sua autobiografia “Autobiography” aveva riferito di relazioni con alcuni uomini, tra le quali quella con il fotografo Jake Owen Walters. In realtà nell’edizione americana del libro i riferimenti a tale relazione sono effettivamente spariti.

L’umasessualità del cantante

Da qui si è cominciato a parlare di una presunta bisessualità del cantante, anche se come già detto lui è sempre stato assai criptico. Per diversi anni, Morrissey anche quando si parlava effettivamente di questa relazione di due anni, ha sempre commentato la cosa come una “attrazione” e non come una vera storia d’amore. Ciò non perché non volesse esporsi, sappiamo tutti che non si è mai fatto particolari problemi ad esprimere anche opinioni assai discutibili. In realtà, ha sia voluto proteggere la sua privacy sia mantenere un certo vago mistero dietro la sua persona. Il suo silenzio è stato interrotto proprio in seguito all’uscita della sua autobiografia. Su True To You, Morrissey ha infatti scritto:“Sfortunatamente non sono gay. Tecnicamente sono umasessuale, mi attraggono gli umani. Anche se, naturalmente…non molti”. In altre dichiarazioni Morrissey ha affermato di non volersi considerare un rappresentante della comunità LGBT in quanto rifiuta qualsiasi etichetta e non condivide l’uso di termini come “omosessuale”, “bisessuale”, “eterosessuale”, ecc. poiché non hanno – secondo lui – alcuna rilevanza.

 

Share

Laureata in Lettere moderne ed in Filologia moderna, studentessa di Editoria e Scrittura alla Sapienza. Siciliana doc, docente, copywriter. Ha pubblicato un saggio dal titolo "Dietro lo specchio, Oscar Wilde e l'estetica del quotidiano", una raccolta di racconti dal titolo "Dipinti, brevi storie di fragilità" e scrive per diversi siti di divulgazione culturale. Ama la letteratura, il cinema, il teatro, l'arte e naturalmente la musica (ha studiato teatro musical per quattro anni), in particolare il rock, il symphonic metal, il cantautorato italiano e i musical. (silviargento97@gmail.com)