gtag('config', 'UA-102787715-1');

Negramaro: perché la band di Giuliano Sangiorgi si chiama così?

Torniamo ancora una volta a parlare di rock italiano, un genere che, purtroppo, in Italia è ancora oggi molto criticato. Sono in tantissimi, infatti, a sostenere che questo genere non sia abbastanza florido nel Belpaese. Molti altri, poi, addirittura pensano che il rock in Italia non sia mai esistito, collegando tale genere musicale solo alle più note band britanniche ed americane. E, nonostante le tante critiche, noi abbiamo sempre sostenuto il rock italiano, soffermandoci molto spesso su alcune band come i Verdena, i Blubertigo, gli Afterhours e la PFM. Oggi vogliamo contrastare ancora una volta tutte quelle persone che hanno sempre criticato il rock nostrano, soffermandoci su una delle più grandi band di questo genere: i Negramaro. In particolar modo cercheremo di analizzare l’origine del nome della band di Giuliano Sangiorgi.

I primi passi verso la musica dei Negramaro

Sono circa vent’anni ormai che i Negramaro, formati da Giuliano Sangiorgi, Emanuele Spedicato, Ermanno Carlà, Danilo Tasco, Andrea Mariano ed Andrea De Rocco, dominano la scena rock italiana. Il gruppo nasce nel 2000 a Copertina, in provincia di Lecce, per iniziativa di Giuliano Sangiorgi, Ermanno Carlà ed Emanuele Spedicato, a cui si sono presto aggiunti gli altri 3 componenti.

Dopo un paio di anni a sperimentare e a rivisitare alcuni pezzi di Lucio Battisti (come ad esempio ‘Amarsi un po”), i Negramaro nel 2003 pubblicano il primo album in assoluto, riscuotendo un parziale successo. Il vero successo, però, arriverà pochi anni dopo grazie al disco “Mentre tutto scorre“.

Il frontman Giuliano Sangiorgi, inoltre, oltre a comporre tutti i brani dei Negramaro è anche un eccellente compositore ed autore e, nella sua lunga e prolifica carriera, è arrivato a collaborare con artisti del calibro di Andrea Bocelli e Dolores O’Riordan, iconica frontwoman dei Cramberries scomparsa il 15 gennaio del 2018.

L’origine del nome

E, adesso, veniamo al vero succo del discorso: l’origine del nome ‘Negramaro’. Il nome riprende quello di uno storico vitigno a bacca nera pugliese: il ‘Negroamaro‘, appunto. Naturalmente per una questione di comodità la ‘o’ è stata elisa ed è così nato il nome della formazione italiana.

A dar maggior delucidazione circa l’origine del nome è stato lo stesso Sangiorgi che, durante un’intervista, ha spiegato:

“Il nome è un chiaro richiamo all’attaccamento alle nostre radici salentine. Il Negroamaro, molto popolare in Salento, è un vino piuttosto robusto, ma con una nota dolciastra”. Il cantautore ha voluto così sottolineare le affinità tra il gusto del vino e il sound della sua band.

Share

Simone Esposito: studente e amante della musica in tutte le sue sfumature. Articolista esperto e aspirante critico musicale. Appassionato di cinema, letteratura e arte (in tutte le sue forme). (es.simone@libero.it)