gtag('config', 'UA-102787715-1');

Nick Mason: “Sono il primo a volere una reunion dei Pink Floyd”

Da qualche anno, ormai, lo storico batterista dei Pink Floyd, Nick Mason, ha debuttato con la sua nuova band, i Saucerful Of Secrets; con cui propone il repertorio dei primi anni del gruppo, che legò i Pink Floyd allo scenario psichedelico della seconda metà degli anni ’60. A coadiuvarlo nell’impresa di riportare in auge gli albori dell’iconica band, divenuta simbolo del Rock Progressivo degli anni d’oro; il bassista Guy Pratt, che si unì ai Pink Floyd di David Gilmour, in occasione del tour promozionale di A Momentary Lapse Of Reason e alla kermesse di The Division Bell.

In alcune tracce, Guy Pratt presta la voce insieme all’ex Spandau Ballet, Gary Kemp, che nei Saucerful Of Secrets, si occupa anche delle chitarre. In uscita, un DVD; che sarà disponibile dal 17 aprile 2020, in cui il gruppo di Nick Mason propone dal vivo tutta l’energia che ha reso Syd Barrett e i suoi Pink Floyd dei capostipiti del loro movimento; prima che la band sfornasse alcuni tra i più grandi capolavori della musica moderna.

L’obiettivo di Nick Mason per la sua band, è quello di rivisitare i grandi classici dei Pink Floyd; tenendo alta la memoria di Syd Barrett che, nel giro di pochi anni, seppe affermarsi come influenza principale per artisti di spicco negli anni d’oro del Rock, come dichiarò David Bowie. Un genio instabile che, nella sua fragilità, fu capace di rivoluzionare i paradigmi con cui, fino ad allora, veniva definita la musica di maggior tendenza; proponendo scenari lisergici, impegnati e meravigliosamente spontanei.

Cosa pensa Nick Mason di Syd Barrett?

Come sappiamo, nel corso degli anni si sono susseguite diverse teorie riguardo la triste dipartita di Syd Barrett dai Pink Floyd. Nel corso di un’intervista rilasciata da Nick Mason all’ Herald Scotland, in occasione dell’uscita del live movie nel quale si esibisce con i Saucerful Of Secrets al RoundHouse, il batterista ha rivelato che, alla luce dei problemi che attanagliavano la sua psiche, Barrett fosse consapevole di non essere in grado di sopportare il peso del successo; decidendo di voler lasciare la musica in favore della pittura; una passione, da lui, sempre coltivata.

Ci siamo sempre dimostrati in disappunto per la scelta di Syd. Pensavamo che solo un pazzo avrebbe rinunciato al Rock e, al contempo, che non avremmo mai trovato nessuno in grado di sopportare tutte le responsabilità che incorrono quando si insegue la musica”. Il batterista ha descritto Barrett come un uomo dal carattere delizioso e che le cose siano cambiate improvvisamente, quando ha scelto di chiudersi in sé stesso. Syd divenne poco collaborativo. Voleva smettere di esibirsi, non riusciva a tenere il palco in maniera equilibrata. Scordava la sua chitarra in continuazione durante le canzoni e suonare con lui divenne impossibile. Fu come perdere i contatti con lui”.

Il batterista desidera riunirsi coi Pink Floyd

Prima di formare i Saucerful Of Secrets, Mason partecipò all’ultima, celeberrima, reunion dei Pink Floyd al Live 8, nel 2005. Il batterista, ha rivelato che, per lui, calcare il palco coi suoi storici colleghi è stato un momento particolarmente emozionale. “Eravamo insieme per la giusta causa. Abbiamo saputo mettere da parte le divergenze per un nobile motivo, è stato fantastico”.

Sebbene con i Saucerful Of Secrets,  Nick Mason proponga alcuni tra i suoi brani preferiti, il batterista, non si è assolutamente sentito in grado di paragonare ciò che prova con la sua nuova band, con le emozioni incomparabili, inevitabile conseguenza di un ritorno dei Pink Floyd . “Formare i Saucerful Of Secrets, per me, è stato come un segno di resa. Ho creduto che fare qualcosa per conto mio fosse la scelta migliore per non continuare a vivere nel passato. Penso che tutto sia possibile finché siamo tutti in vita. Potrei aspettare il ritorno dei Pink Floyd fino ai 100 anni. Lo desidero davvero tanto”.

 

 

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (Email:claudio190901@gmail.com)