gtag('config', 'UA-102787715-1');

Nick Mason, il batterista dei Pink Floyd compie 75 anni

Nick Mason, all’anagrafe Nicholas Berkeley Mason, naque a Birmingham il 27 gennaio del 1944. Ebbe importanti ruoli nel mondo della musica: innanzitutto fu il batterista dei Pink Floyd, fu discografico e produttore musicale. Mason inoltre, è noto nel mondo dei motori come grande appassionato ed esperto di auto d’epoca.

Nick Mason e i Pink Floyd

Nick Mason fu il batterista dei Pink Floyd sin dalla nascita della band nel 1965. Fu l’unico membro della band ad aver suonato in tutti gli album. Originariamente la band però, aveva un altro nome: “The Tea Set”. I componenti della band erano Mason (percussioni), Roger Waters (basso), Richard Wright (Tastiere), Syd Barrett (voce, chitarra) e Bob Klose (chitarra). Tutti i membri erano studenti di Architettura del Politecnico di Londra ed è proprio lì che formarono la band.

Molti furono i conflitti all’interno della band, dall’abbandono di Barrett, causato del distaccamento dalla realtà dello stesso per vie delle droghe e dello stress, alla rivalità tra Gilmour e Waters. In ogni caso, Mason fu sempre presente e fu lui a permettere al gruppo di restare unito per venti anni. Nonostante il lavoro di collante che Mason aveva tra Waters e Gilmour, il bassista abbandonò la band nel 1985.

Dopo l’abbandono di Waters, Mason e gli altri membri continuarono a suonare insieme producendo ancora tre album in studio. Nel 1987 uscì A Momentary Lapse of Reason, nel 1994 uscì The Division Bell e nel 2014 The Endless River.

Lo stile di Nick Mason

Nick Mason fu un batterista di grande importanza in quanto seppe unire il Jazz e il Rock, creando il ritmo tipico delle canzoni dei Pink Floyd. Il suo stile era caratterizzato da lunghi giri di tom, rototom e timpani, accompagnati da colpi di doppia cassa e scansioni del tempo sui crash. Il suo stile molte volte risulta minimalista, tuttavia molto espressivo. Mason molte volte preferiva utilizzare maggiormente l’espressività musicale che la pura tecnica.

Mason durante la sua carriera utilizzò batterie Premiere, Ludwig e DW, sempre accompagnate da un elevato numero piatti Paiste. Durante i live, era solito posizionare degli specchietti retrovisori sopra le sue batterie per non perdere di vista i filmati proiettati dietro di lui.

Mason e le automobili

Molto nota è la passione del batterista verso le automobili, soprattutto quelle d’epoca. Mason, infatti, oltre ad essere un grande appassionato, è anche un pilota e possiede una scuderia personale, la Ten Tenths. Il batterista è possessore di auto rare come la Ferrari 250 GTO, la Ferrari Enzo, la Ferrari 512 S Jaguar D-Type, la Aston Martin Ulster e la Ferrari 312T3 di Gilles Villenueve. Ha partecipato alla 24 ore di Le Mans del 1984 in cui guidò una Porsche 956 posizionandosi 36°. Inoltre è stato giudice di uno dei concorsi di bellezza per auto più importanti al mondo: Il Concorso d’eleganza Villa d’Este sul lago di como.

 

Share

Gioele Gasparetto, classe '99. Tante passioni tra cui musica e ciclismo. Bassista di una band metal torinese e amante della musica in ogni sua forma, dal metal al blues, dall'hard rock alla musica classica. Appassionato di hard rock, progressive rock e heavy metal anni '70 e '80. Esperto articolista in aneddoti legati all'hard rock. (gioele.gaspa@gmail.com)