gtag('config', 'UA-102787715-1');

Nirvana, Courtney Love rivela un segreto: “Ecco perché Kurt voleva lasciare la band”

Courtney Love ha rivelato perché Kurt Cobain voleva davvero lasciare i Nirvana. La notizia sembra essere una vera follia. Kurt Cobain voleva lasciare i Nirvana per davvero? E per quale motivo? Andiamo con calma seguendo pedissequamente le parole dell’ex compagna di Kurt Cobain, Courtney Love. Courtney Love ha chiarito il motivo per cui Kurt Cobain voleva lasciare i Nirvana tanti anni fa, rivelando che le voci secondo cui non gli piaceva il successo erano “vere stronzate“. Ma siamo davvero sicuri? Kurt ci è sempre stato dipinto come un uomo che non amava la fama e il successo ma, anzi, ne soffriva.

Il successo dei Nirvana

All’inizio degli anni ’90, era piuttosto difficile trovare una band più popolare e di successo dei Nirvana. Ma davvero: i Nirvana erano ovunque, insieme ai Guns n’Roses di Los Angeles. I tre membri dei Nirvana di Seattle non sono neppure durati moltissimo, solo per sette anni (con vari cambi tra i batteristi, tra cui Dave Grohl), ma il loro lascito è durato per molto di più. La vita e la musica del suo frontman Kurt Cobain divennero presto un argomento di discussione fortissimo. E allora questo presunto desiderio di Kurt Cobain di andarsene via dalla sua stessa creatura, i Nirvana, da dove esce fuori?

Kurt Cobain voleva lasciare i Nirvana?

Prima della sua morte nel 1994, pare che Kurt Cobain espresse il suo desiderio di lasciare la band, citando una varietà di ragioni. Una tra queste sembra che fosse il desiderio di lasciar perdere la sua stessa creatura, i Nirvana appunto, e avere meno fama sul groppone. Pare che volesse andarsene in modo da poter unirsi alla band della moglie Courtney Love, gli Hole. Ora, in una recente intervista Courtney Love ha tentato di mettere le cose in chiaro sul motivo per cui Cobain avesse voluto lasciare quella band che aveva cambiato il volto della musica rock alternativa.

Il pesante articolo di Vanity Fair

Courtney ha spiegato la goccia che fece traboccare il vaso. Ha rivelato: “I Nirvana avevano iniziato a dissiparsi con l’intero fenomeno dopo l’articolo di Vanity Fair “Kurt e Courtney”, che ha davvero ferito me, Kurt e Frances”. Quell’articolo si riferiva ai due come se fossero i moderni “Sid e Nancy“, ovvero Sid Vicious, l’ex bassista dei Sex Pistols (morto d’overdose nel 1979) e Nancy Spungen, ex fidanzata di Sid morta assassinata in circostanze misteriose. Quell’articolo, secondo Courtney, fu un macigno pesantissimo. Ha detto: “Kurt era diventato più solitario, non faceva le prove e parlava della fine della band, che era l’unica cosa che lo faceva stare bene. Dave Grohl si assentò da noi per un po’ per stare insieme a qualche amico a Los Angeles perché nella mia vita e in quella di Kurt c’erano un ammasso di avvocati spaventosi, dottori ovunque, e alcune droghe. Non stavamo pensando il destino di Nirvana o degli Hole. Dovevamo solo salvare nostra figlia”.

La felicità di Kurt di avercela fatta

Courtney ha parlato anche dei compagni di band dicendo: “Penso che Dave Grohl fosse sensibile a questo e si sia appena preso una pausa. Dave e Krist conoscevano i meccanismi interni di Kurt e non mi puntavano mai il dito contro, e sono grata loro per questo”. Ma non solo, per lei Kurt voleva aver successo. Ha ammesso: “Si è fatto il culo per formare una band valida. Kurt amava il fatto di avercela fatta e di aver spodestato Michael Jackson dalle classifiche, ma non si è mai davvero divertito perché i media sono venuto nel casino per prendere nostra figlia”.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.